Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 08/05/2021 alle ore 18:10

Attualità e Politica

28/04/2021 | 16:15

Operazione "Gaming Machine", le slot del clan imposte agli esercizi commerciali: condannati il boss e un imprenditore barese

facebook twitter pinterest
Operazione Gaming Machine slot boss clan imprenditore barese

ROMA - Sei anni e 8 mesi di reclusione al boss del clan Strisciuglio Lorenzo Caldarola, e 7 anni e 8 mesi per l’imprenditore barese Baldassarre D’Ambrogio, coinvolti nell'operazione "Gaming Machine" che a inizio 2020 aveva portato alla luce la gestione monopolistica del mercato delle videolottery sull'intero territorio della provincia di Bari: sono le condanne emesse dal gup del Tribunale di Bari, Antonella Cafagna, al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato. 
Secondo quanto emerso nelle indagini, le organizzazioni criminali si sarebbero spartite il territorio imponendo con metodo mafioso a bar, tabaccherie e sale giochi le videolottery di D'Ambrogio. Caldarola, D'Ambrogio e altri 7 imputati rispondevano a vario titolo dei reati di illecita concorrenza con violenza e minaccia e con l’aggravante del metodo mafioso, estorsione, riciclaggio, usura, contrabbando di sigarette e detenzione abusiva di armi clandestine. 
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password