Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/09/2020 alle ore 19:00

Attualità e Politica

09/05/2020 | 15:30

Operazione "Washing Wall" a Palermo: peculato e attività abusiva in sala giochi, sequestro da un milione di euro

facebook twitter google pinterest
Operazione Washing Wall Palermo abusiva sala giochi sequestro

ROMA - I finanzieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito un'ordinanza agli arresti domiciliari nei confronti di Domenico Cottone (patron del Marsala, società che milita nel campionato di serie D di cacio) e della moglie Chiara Gulotta, rispettivamente amministratore e rappresentante legale di una sala giochi, accusati di peculato e abusiva attività finanziaria e indagati anche per riciclaggio. L'operazione "Washing Hall" è stata coordinata dai pm Giovanni Antoci e Vincenzo Amico e dal procuratore aggiunto Sergio Demontis: secondo quanto accertato dai finanzieri, i due si sarebbero appropriati degli importi dovuti per legge su tutte le giocate effettuate e quelli previsti dal canone di concessione, non versando i soldi alla concessionaria dello Stato. All'interno della sala giochi si svolgeva, secondo i finanzieri, un'attività abusiva finanziaria. I titolari concedevano dei ticket validi per giocare dietro la consegna di assegni bancari postdatati e in alcuni casi senza la data di emissione. È stato disposto dal giudice anche il sequestro di beni e disponibilità finanziarie di un milione di euro, relativo al debito complessivo con l'erario maturato nell'arco di 4 anni, e della sala giochi.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password