Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/04/2020 alle ore 20:24

Attualità e Politica

28/11/2019 | 11:21

Rapporto sul gioco, Baretta (Mef): “Bisogna ripartire da intesa Stato-Enti locali, nel Governo c'è accordo su questo”

facebook twitter google pinterest
Rapporto sul gioco Baretta (Mef): “Bisogna ripartire dall'accordo Stato Enti locali nel Governo c'è accordo su questo”

ROMA - «Qualche anno fa avevamo avviato un percorso di riforma dei giochi, approdato ad un accordo preso fra Stato ed Enti locali in Conferenza Unificata. Quel percorso per vari motivi non siamo riusciti a completarlo. A mio giudizio ora è il momento di riprenderlo e posso dire che l'opinione generale nell'ambito del Governo è quella di ripartire da lì». Lo ha detto il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Pier Paolo Baretta, nel corso della presentazione del Rapporto sul Gioco Pubblico di Acadi. «Un punto non risolto – ha continuato – è il rapporto con gli enti locali, che in questi due anni hanno fatto registrare sviluppi contraddittori. Alcuni hanno inasprito le regole sui giochi, altre, come la Puglia, hanno fatto parziali retromarce dopo una serie di riflessioni. Uno dei punti delicati è quello delle distanze. Un'applicazione delle distanze come quella fatta in Piemonte dà una risposta negativa al problema del gioco patologico». Baretta ha fatto anche riferimento anche alla riduzione del numero delle slot, portata avanti ai tempi dei govenri Renzi e Gentiloni. «Siamo arrivati da oltre 400 cento mila a 250 mila. Era una misura concepita per ridurre l'offerta senza favorire l'illegalità. Se poi accanto a queste misure le Regioni ne mettono altre che di fatto impediscono l'offerta, l'obiettivo di combattere l'illegalità diventa impossibile».

MF/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

notizie settimana agipronews slot coronavirus scommesse giochi

Giochi, la settimana in un clic

03/04/2020 | 18:47 LUNEDI' 30 MARZO Game Over – L'Agenzia Dogane e Monopoli stoppa la raccolta di tutti i giochi fisici, tranne il Gratta& Vinci. Il provvedimento, nell'ambito delle misure di contrasto al coronavirus, arriva dopo...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password