Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/04/2021 alle ore 17:49

Attualità e Politica

02/03/2021 | 10:36

Recovery Plan, Fipe: "Serve approccio inclusivo, no a interventi frammentari"

facebook twitter pinterest
Recovery Plan Fipe

ROMA - «È necessario avere un approccio inclusivo nel Recovery Plan, per scongiurare interventi frammentari». Lo ha detto Matteo Musacci, vicepresidente della Fipe, nel corso di un'audizione sul Recovery Plan nelle Commissioni Bilancio e Politiche dell'Unione europea del Senato. Il mondo della ristorazione, del turismo e dell'intrattenimento «sono fondamentali» per la ripresa del Paese, eppure nel Recovery Plan «non ne viene fatto cenno: è un deciso distacco dal mondo che rappresentiamo. Lo consideriamo un approccio miope, le nostre imprese sono tra le più colpite in Italia: abbiamo bisogno di ulteriori risorse per uscire dalla crisi. Ci vuole un'inversione di tendenza, occorre investire sui pubblici esercizi».
Tra le criticità da affrontare «è la mancata patrimonializzazione delle imprese, un'esposizione molto grande tra banche e fornitori. È un fenomeno che, dopo quest'anno di pandemia, assume dei contorni impressionanti. Bisogna capire che, da un momento all'altro, possono essere chiusi i "rubinetti commerciali" alle nostre imprese e che molte banche giudicano purtroppo i nostri codici Ateco come insolvibili», ha sottolineato. 
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password