Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/11/2018 alle ore 09:33

Attualità e Politica

06/07/2018 | 12:08

Riduzione slot, Tar Lazio: "Rottamazione apparecchi prevista dalla legge, niente stop a decreto Monopoli"

facebook twitter google pinterest
Riduzione slot Tar Lazio Rottamazione decreto Monopoli

ROMA - Il decreto dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che contiene le indicazioni per la di rottamazione e smaltimento delle slot "tagliate" dopo la riduzione non può essere annullato né bloccato: è quanto ha deciso il Tar Lazio, che non ha concesso lo stop cautelare chiesto dalla società Giochitalya. Secondo i giudici amministrativi la procedura di smaltimento e distruzione indicata dal decreto «è imposta dalla norma» del 2017, il provvedimento dei Monopoli «sembra essere meramente attuativo». Inoltre, si legge ancora nell’ordinanza del Tar, per le slot in eccesso sono previste «delle alternative alla distruzione», gli apparecchi possono essere «ceduti all’estero o essere utilizzati, per un periodo fino a 6 mesi dalla cessazione di efficacia dei relativi titoli autorizzatori». Infine, sostiene il Tar, nel bilanciamento degli interessi tra le parti «deve ritenersi indubbiamente prevalente» quello dei Monopoli che ha come obiettivo «evitare il pericolo di un loro utilizzo illecito che potrebbe arrecare danno alla salute, all’ordine pubblico e alla pubblica fede dei giocatori», rispetto a quello della ricorrente che è di «conservare gli apparecchi dismessi» per poterli utilizzare come parti di ricambio.

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse illegali operazione Domino Catania arresti

Scommesse illegali, operazione Domino a Catania: 29 arresti

19/11/2018 | 09:33 ROMA - La squadra mobile di Catania ha eseguito un'ordinanza cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura distrettuale, per 29 persone nell'ambito di un'indagine su mafia e il mercato della raccolta illecita delle...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password