Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 21/02/2024 alle ore 10:30

Attualità e Politica

07/02/2024 | 13:30

Riordino giochi online, Sessa (AGIC): “Bene impianto del decreto, 7 milioni per le concessioni cifra adeguata”

facebook twitter pinterest
Riordino giochi online Sessa AGIC Bene impianto decreto 7 milioni concessioni cifra adeguata

ROMA – Michele Sessa, vicepresidente di AGIC, ha espresso la propria soddisfazione “per l’impianto generale del decreto”, sottolineando la parte del testo “che porta le aziende a fare investimenti tecnologici per tutelare i giocatori e il gettito”. Lo ha dichiarato nella sua audizione presso la Commissione Finanze del Senato sul decreto di riordino dei giochi online, in cui ha aggiunto che “i sette milioni di costo delle concessioni, data l’ampiezza del mercato, ci sembrano una cifra adeguata, rispetto agli obiettivi di finanza pubblica che si è posto il Governo”. Sottolineando anche la soddisfazione riguardo l’indizione delle gare per assegnare le nuove concessioni entro la fine dell’anno, Sessa ha ribadito la necessità “appena finita la regolamentazione dell’online, di passare al mercato retail, che rappresenta ancora oltre il 50% della raccolta in Italia: non si può sganciare una distribuzione così importante dalla riforma complessiva del settore”. 

Sessa ha poi suggerito alcuni aspetti sui quali intervenire, dichiarando che “i soggetti terzi non concessionari non possono esercitare attraverso siti web di un concessionario. La normativa attuale lo prevede, e riteniamo che sia una distorsione rispetto a un mercato così sensibile e rispetto a un titolo concessorio rilasciato dall’amministrazione a un soggetto diverso da chi poi raccoglie. Dovrebbe, poi, essere dato mandato all’Adm di fare altri piccoli interventi per fotografare al meglio la realtà di mercato rispetto alla norma che verrà approvata”.

AB/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password