Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2019 alle ore 21:34

Attualità e Politica

28/11/2019 | 12:40

Sigma Malta: l’impossibile blocco dei pagamenti tra e-wallet, telefonini e criptovalute

facebook twitter google pinterest
Sigma Malta: l’impossibile blocco dei pagamenti tra ewallet telefonini e criptovalute

LA VALLETTA - L’impossibile guerra dei governi ai pagamenti di operatori non autorizzati sta tutta in un numero: sono oltre 150 i soggetti finanziari che forniscono servizi a bookmaker e casinò online. Portafogli elettronici, mobile payments, criptovalute, sono innumerevoli le soluzioni che consentono di trasferire denaro da un paese all’altro. Quasi tutti i governi, e i regolatori del gioco, stanno tentando di bloccare le criptovalute, ma - ha spiegato Herbert Sim di Broctagon Group, nel corso di Sigma Malta - il mercato è schizzato a centinaia di miliardi di euro di controvalore e continua a crescere. Anche la severa Cina ha deciso di avviare una valuta nazionale, per evitare che i cinesi fossero tentati da offerte provenienti da cripto operatori stranieri. «Malta è stata la prima nazione europea a regolar questa forma di pagamento nel gaming ma ci sono esempi in Estonia, Singapore, Dubai», ha spiegato. 
Per cambiare le cose in Europa, un paese come Germania dovrebbe trainare il cambiamento nel settore dei pagamenti, ha detto Laurent Reysbosch di checkout.com. Intanto, per chi vuole evitare la tagliola dello blocco dei pagamenti, «la chiave sta nell’innovazione e nella percentuale di rischio che un operatore si vuole assumere. In ogni caso, i governi non possono seriamente pensare di bloccare il movimento di denaro, è una battaglia impossibile da vincere. Gli operatori possono continuamente spostarsi, ad esempio recentemente un soggetto finanziario bannato in Cina si è spostato in Zimbabwe e in Uganda e ora è di nuovo in Asia, a Singapore».

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password