Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/11/2018 alle ore 11:11

Attualità e Politica

09/07/2018 | 17:56

Sportradar, i fondi CPPIB e TCV comprano quote della società per 2,1 miliardi di euro

facebook twitter google pinterest
Sportradar CPPIB TCV

ROMA - Due nuovi azionisti entrano in Sportradar, l’azienda leader nella fornitura dei dati, nell’analisi dei flussi di scommesse a livello mondiale e nei servizi dedicati all’integrità dello sport e al contrasto del match-fixing. Una cordata - formata dal fondo Canada Pension Plan Investment Board (CPPIB) e dalla equity firm TCV, con base nella Silicon Valley - acquisirà azioni per 2,1 miliardi di euro dal fondo EQT e da altri azionisti di minoranza. La partecipazione azionaria della sola CPPIB sarà del 39%. L’operazione dovrebbe essere finalizzata entro l’ultimo trimestre del 2018.

Carsten Koerl, fondatore e CEO di Sportradar, resterà azionista di maggioranza e manterrà il suo ruolo in azienda, il consorzio tra CPPIB e TCV deterrà la seconda maggior quota azionaria, mentre EQT reinvestirà in parte il ricavato dalla vendita in Sportradar. Tra gli azionisti, mantengono la propria quota anche l’ex star NBA Michael Jordan, il proprietario della franchigia di basket dei Dallas Mavericks -  Mark Cuban – oltre a Revolution Growth e Ted Leonsis,

Sportradar monitora ogni anno più di 400mila eventi sportivi in 60 campionati di sport diversi, con oltre 1.400 dipendenti in Europa, Asia e Stati Uniti. Ad oggi Sportradar ha accordi con oltre 1.000 aziende in oltre 80 Paesi ed è partner ufficiale di NBA, NFL, NHL, NASCAR oltre che di FIFA e UEFA.

«CPPB e TCV sono entrambe conosciute per la vasta esperienza tecnologica globale e per dei team di gestione innovativi capaci di raggiungere obiettivi a lungo termine - dice Koerl - avere due nuovi investitori con una forte impronta nordamericana è l'ideale dato il nostro crescente impegno e le nostre attività in espansione negli Stati Uniti, mentre l'industria dello sport si evolve per soddisfare le aspettative degli appassionati. Sportradar continuerà a sviluppare i servizi di migliore qualità nei settori dell’integrity e basati sulla tecnologia, con l’espansione in nuovi segmenti di mercato. Siamo entusiasti di avere alle spalle una squadra così forte».

PG/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password