Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/12/2019 alle ore 17:39

Attualità e Politica

21/11/2019 | 11:09

Studio Cgia-Astro, Vavolo (Cgia Mestre): “Nel decreto Balduzzi solo quattro luoghi sensibili, la proliferazione dettata dalle Regioni estromette il settore”

facebook twitter google pinterest
Studio Cgia Astro su slot e Vlt Vavolo (Cgia Mestre): “Nel decreto Balduzzi solo quattro luoghi sensibili la proliferazione dettata dalle Regioni estromette il settore”

ROMA - «Secondo il decreto Balduzzi i luoghi sensibili da cui i punti gioco devono essere tenuti a distanza erano solo quattro: istituti di istruzione, ospedali, luoghi di culto e centri socio ricreativi e sportivi. Nelle normative regionali questi luoghi sensibili si sono moltiplicati e, inoltre, i Comuni possono aggiungerne degli altri. Così il settore viene praticamente estromesso, anche perché in alcune regioni, come il Piemonte, la legge ha effetto retroattivo e colpisce gli esercizi esistenti prima dell'entrata in vigore della legge». Lo ha detto Andrea Vavolo, della Cgia di Mestre, illustrando il report sul gioco realizzato dall'associazione e presentato questa mattina a Milano nel corso del convegno “Occupazione, fiscalità, territorio: quale futuro?”, organizzato da Astro. 

Vavolo si è soffermato anche sull'aumento della tassazione: «Fino al 2015, nel settore delle slot, gettito e raccolta andavano di pari passo: cresceva la raccolta e proporzionalmente cresceva il gettito a beneficio dello Stato. La crescita era dovuta da una maturazione del settore e dal restringimento dell'area dell'illegalità. A partire dal 2015 raccolta e gettito non vanno più di pari passo, perché crescono di molto le aliquote e si riducono i margini. I vari decreti che si sono susseguiti - ha concluso - hanno progressivamente inasprito la tassazione, con il solo obiettivo di fare cassa». 

MF/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

betpoint telethon

Betpoint e Telethon anche quest’anno insieme per la ricerca

12/12/2019 | 15:25 ROMA - Betpoint conferma anche quest’anno il proprio impegno accanto a Telethon per la ricerca sulle malattie genetiche rare. La Fondazione dal 1990 lavora per dare una speranza concreta a tutti i pazienti e ai loro familiari....

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password