Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2019 alle ore 20:44

Attualità e Politica

29/08/2019 | 10:32

VLT e tessera sanitaria anti-minori, via libera del Garante della privacy

facebook twitter google pinterest
VLT tessera sanitaria anti minori Garante della privacy

ROMA - Via libera del Garante per la protezione dei dati personali allo schema di decreto dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che modifica le regole tecniche per la produzione dei sistemi di gioco VLT con l'inserimento della tessera sanitaria.
Secondo quanto previsto dal Decreto Dignità, l'accesso alle VLT «è consentito esclusivamente mediante l’utilizzo della tessera sanitaria» e, «dal 1° gennaio 2020, gli apparecchi privi di meccanismi idonei a impedire ai minori di età l'accesso al gioco devono essere rimossi dagli esercizi». L’Agenzia, scrive il Garante per la privacy nel parere, «al fine garantire ai produttori la possibilità di effettuare le modifiche tecniche degli apparecchi VLT entro il termine previsto per l’entrata in vigore della norma di legge, ha trasmesso una nuova versione dello schema». Nel decreto attuativo è previsto, «nel rispetto dei principi di minimizzazione e di privacy by design e by default, che le modalità di accertamento della maggiore età avvengano mediante l’estrazione delle informazioni registrate nelle prime due tracce della banda magnetica della tessera sanitaria (codice fiscale ed identificativo della tessera) senza che le stesse siano memorizzate nelle banche dati del sistema di gioco VLT». Inoltre, «dopo aver constatato la correttezza formale del codice fiscale e dell’identificativo della tessera, la verifica della maggiore età del giocatore sia effettuata confrontando la data corrente con quella estratta dal codice fiscale della tessera sanitaria». Infine devono essere «previsti meccanismi idonei ad impedire l’avvio di una sessione di gioco in tutti i casi in cui non sia accertata la maggiore età del giocatore tramite lettura della tessera sanitaria» e «soluzioni tecniche in grado di visualizzare a video la presenza/assenza della tessera sanitaria nell’apposito dispositivo di lettura e l’esito della verifica della maggiore età del giocatore e che, al termine di ciascuna sessione di gioco, sia necessario procedere ad un nuova verifica della maggiore età del giocatore per consentire l’accesso al gioco». Per i profili di competenza, conclude il Garante, «sullo schema di decreto sottoposto a parere non vi sono rilievi da formulare».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Operazione Game Over scommesse online condanne

Operazione Game Over: 16 condanne e 5 assoluzioni

14/11/2019 | 15:55 ROMA - Il gup di Palermo ha condannato, in abbreviato, a pene comprese tra 10 mesi e 16 anni di carcere 16 persone coinvolte nell'inchiesta "Game Over" che, tra l'altro, fece luce sugli interessi dei clan mafiosi nelle scommesse...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password