Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 30/10/2020 alle ore 19:02

Attualità e Politica

02/09/2020 | 14:24

Agenzia Dogane e Monopoli, siglata Convenzione con Eurispes per il contrasto al gioco illegale

facebook twitter google pinterest
agenzia dogane monopoli convenzione eurispes gioco illegale

ROMA - È stata siglata questa mattina dal direttore generale dell'Agenzia Dogane e Monopoli, Marcello Minenna, e dal Presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara, una Convenzione per la prevenzione e la repressione del gioco illegale. È quanto si legge sulla pagina Facebook dell'Amministrazione.
La Convenzione si baserà sulla condivisione di dati a fini di studio e di analisi, per la realizzazione di ricerche di settore e per lo svolgimento di attività di divulgazione e di formazione.
Le attività di monitoraggio, scrive Adm, «saranno inoltre allargate ai settori contigui in cui si evidenziano condotte malavitose quali il contrabbando di prodotti soggetti ad accise, il traffico illegale di farmaci e di sostanze psicotrope, la contraffazione e la penetrazione criminale nella filiera agroalimentare».
L’Agenzia e l’Eurispes intendono costituire un Tavolo Permanente, anche aperto a soggetti istituzionali terzi, di osservazione ed analisi delle fenomenologie criminali, con particolare attenzione al settore del gioco, «al fine di identificare eventuali infiltrazioni di criminalità comune e/o organizzata, di individuare soluzioni per contrastare il gioco illegale e apprestare i rimedi per una più efficace tutela dei soggetti coinvolti con particolare riguardo ai minori e alle fasce più deboli e maggiormente vulnerabili della popolazione».

«L’Agenzia – dichiara il Direttore Adm, Marcello Minenna –  esercita, tra le altre, la funzione di regolazione e controllo del comparto del gioco in Italia, svolgendo una costante attività di accertamento e di verifica, anche ispettiva, sul comparto dei giochi ai fini di un incisivo contrasto ad ogni fenomeno di illegalità, con l’obiettivo primario di assicurare un ambiente di gioco legale e responsabile. In questo contesto l’Agenzia coordina le proprie attività attraverso il Comitato di Alta Vigilanza per la repressione del gioco illegale e la sicurezza dei minori, cui partecipano la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza ed ha siglato apposita Convenzione con la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo procedendo ad azioni di contrasto dei reati e degli illeciti in generale e specificamente in materia di gioco pubblico, con particolare riguardo alle fattispecie connesse a ipotesi associative o relative al riciclaggio internazionale e al finanziamento del terrorismo. La Convenzione con l’Eurispes e la creazione di un Tavolo permanente aperto allo scambio informativo e conoscitivo tra realtà diverse rappresentano un ulteriore, fondamentale tassello per la prevenzione e il contrasto delle attività criminali».

«L’Eurispes – aggiunge il Presidente Gian Maria Fara – ha affrontato più volte, nel corso degli anni, l’analisi del settore del gioco pubblico producendo attraverso l’Osservatorio Permanente su giochi, legalità e patologie numerose ricerche finalizzate alla maggiore conoscenza del fenomeno con particolare attenzione agli aspetti legati alle patologie sociali ad esso connesse. L’Eurispes mette a disposizione l’esperienza maturata nel corso degli anni, anche grazie alla costante collaborazione con le Forze dell’ordine, sul fronte dell’analisi dei fenomeni criminali e sulla penetrazione della criminalità organizzata nell’economia del Paese. L’Agenzia e l’Eurispes hanno interesse a condurre analisi e studi sulla base delle rispettive banche dati per individuare fenomenologie illecite e àmbiti connotati da un elevato profilo di pericolosità nel settore del gioco e in quelli collegati. I risultati delle indagini e delle ricerche saranno utilizzati per iniziative di comunicazione ed informazione finalizzate alla tutela del gioco legale e responsabile, con particolare riguardo alla prevenzione dei rischi derivanti dal gioco d’azzardo illegale, anche attraverso campagne di comunicazione e di sensibilizzazione nelle scuole». RED/Agipro

 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password