Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/12/2018 alle ore 20:33

Attualità e Politica

05/03/2018 | 13:19

Dogane e Monopoli entra nel futuro: semplificazione dei processi, ottimizzazione e presidio dei territori i cardini del nuovo regolamento

facebook twitter google pinterest
agenzia dogane monopoli regolamento

ROMA - Unificare Dogane e Monopoli «per dare una fisionomia finalmente compiuta alla fusione tra le due Aree»; semplificare i processi e le procedure per ottimizzare l’attività; consolidare l’efficacia sui territori, per rafforzare la rete in tutta Italia e potenziarne l’operatività. Sono i tre obiettivi generali del nuovo Statuto e del nuovo Regolamento dell’Agenzia Dogane e Monopoli - che entrerà in vigore il 1° gennaio 2019 - deliberato la scorsa settimana dal Comitato di Gestione e per il quale si attende l’approvazione del Mef.
Inoltre - si legge in una comunicazione del direttore generale, Giovanni Kessler - l’Agenzia avrà «una nuova organizzazione centrale più snella ed efficiente, modulata per cinque Direzioni funzionali (Amministrazione, Antifrode, Legislativo, Personale, Tecnologie) che opereranno trasversalmente alle quattro Direzioni attive nelle nostre materie core (Accise, Dogane, Giochi e Tabacchi)». A queste si aggiungeranno «oltre agli Uffici di Diretta Collaborazione, tre direzioni di staff, di diretto riporto al Direttore (Ispettivo, Relazioni internazionali e istituzionali, Strategia)».

«Si tratta del primo passaggio formale della riorganizzazione dell’ADM, frutto del confronto avviato in questi mesi con la dirigenza e il personale. Nel complesso circa 140 ore tra riunioni di staff e incontri con strutture centrali e territoriali e con le organizzazione sindacali», scrive Kessler. Il nuovo assetto porterà inoltre a un solo Vice Direttore, mentre a livello territoriale «ciascuna Direzione regionale e tutti gli uffici e le sedi distaccate saranno espressione unica di Dogane e Monopoli, senza più duplicazioni». Nelle prossime settimane sarà avviata «l’articolazione interna delle Direzioni e poi di tutti gli interventi necessari per la selezione e la formazione del personale». Un percorso complesso e ambizioso che, conclude Kessler, «investirà la natura stessa dell’ADM, la sua identità e la sua strategia di fondo». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Decreto Fiscale Camera Governo fiducia

Decreto Fiscale, Camera: il Governo chiede la fiducia

12/12/2018 | 17:05 ROMA - Il ministro per i Rapporti col Parlamento, Riccardo Fraccaro, ha posto la questione di fiducia sul Decreto Fiscale in Aula alla Camera, nel testo non modificato rispetto a quello approvato in prima lettura dal Senato, che prevedeva...

Inspired

Inspired, in un anno margine da 47,6 milioni di euro (+32,9%)

12/12/2018 | 16:34 ROMA - Bilancio in crescita per il provider di gioco Inspired, che ha pubblicato il report relativo all’anno fiscale 2018, chiuso lo scorso 30 settembre: i ricavi complessivi sono stati di 124,6 milioni di euro (+15,4%) in particolare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password