Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/07/2020 alle ore 09:35

Attualità e Politica

08/06/2020 | 11:45

Operazione “All In”, la concessione Bet for Bet sospesa dai Monopoli nel 2016

facebook twitter google pinterest
betforbet decadenza concessione monopoli

ROMA - “Totale inaffidabilità nello svolgere il servizio in concessione”. La parola fine all’avventura nel mercato legale di Bet for Bet – la società al centro dell’operazione antimafia “All in” di questa mattina a Palermo – è contenuta nella sentenza del Tar Lazio, che nel 2018 respinse l’ennesimo ricorso contro la decadenza della licenza. Già dal 2016, la raccolta era stata interrotta dai Monopoli di Stato, che contestavano oltre 3,5 milioni di euro di mancati versamenti dell’imposta e dei canoni e continui ritardi nel rispetto del piano di rientro concordato con l’amministrazione. Il tutto condito da diffide verso i dirigenti che tentavano di incassare quanto previsto dalle convenzioni e da richieste di accesso agli atti. Inutili però sono risultati i tentativi di annullare il decreto di decadenza, tutti respinti dai tribunali amministrativi. L’ultima sentenza è del Tar Lazio, mai appellata dall’ex concessionario davanti al Consiglio di Stato. Secondo i giudici, la decadenza risulta “espressamente fondata non soltanto sul mancato pagamento di quanto dovuto ma anche sul comportamento non conforme a correttezza serbato dal Concessionario il quale, negli ultimi anni, ha più volte palesato una totale inaffidabilità nello svolgere il servizio in concessione, causando il venir meno del necessario rapporto fiduciario che deve intercorrere tra la pubblica autorità concedente ed il privato”. Il conto rimasto in sospeso con l’Erario, malgrado l’interruzione del servizio di raccolta, ammonta alla fine a circa 3,5 milioni di euro: circa due milioni per il gioco online, il resto per le scommesse in agenzia. 

NT/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password