Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/06/2019 alle ore 19:31

Attualità e Politica

28/05/2019 | 13:00

Operazione "Galassia", confermata custodia cautelare di due indagati: "Stretti legami con le cosche della 'ndrangheta"

facebook twitter google pinterest
cassazione scommesse galassia ndrangheta

ROMA - Gli stretti legami con la cosca Tegano legittimano la custodia cautelare in carcere di Bruno Iannì e Francesco Franco, due degli indagati dell'operazione "Galassia" che ha portato alla luce le infiltrazioni della 'ndrangheta nel settore delle scommesse online. Nei provvedimenti pubblicati oggi, la Cassazione conferma le ordinanze di carcerazione disposte dal Tribunale di Reggio Calabria dello scorso dicembre. Entrambi gli indagati avrebbero commesso diversi reati connessi all'attività di imprese di fatto attive in Italia, ma con sede legale in Austria e Malta, operanti nella gestione e raccolta di puntate su giochi e scommesse, in assenza delle concessioni e delle autorizzazioni prescritte dalla legge. Per Iannì, in particolare, le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia e le intercettazioni telefoniche hanno evidenziato che «non si limitò a gestire, per conto del Tegano, gli investimenti di denaro nelle attività delle associazioni dedite alla consumazione di una pluralità di delitti in materia di esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse, dichiarazione infedele dei redditi e dell'iva, truffa aggravata ai danni dello Stato, riciclaggio, auto riciclaggio e reimpiego di proventi di delitto, ma si attivò anche per il recupero, con modalità violente e minacciose tipicamente mafiose, di crediti vantati verso i giocatori che avevano eseguito le puntate on line». Anche per Franco, braccio destro di Iannì, viene confermata la gravità degli indizi sulla gestione di «investimenti di denaro nella operatività delle associazioni dedite alla consumazione di una pluralità di delitti». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password