Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/08/2019 alle ore 20:51

Attualità e Politica

19/06/2019 | 10:46

Cassazione, rimane in carcere esponente del clan di Rocca Mezzo Monreale: "Imponeva pizzo alle sale giochi"

facebook twitter google pinterest
cassazione scommesse

ROMA - Rimarrà in carcere Gioacchino Badagliacca, esponente della famiglia mafiosa di Rocca Mezzo Monreale, indagato dal Tribunale di Palermo per associazione di stampo mafioso e in particolare per la gestione di sale giochi e scommesse. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione nel provvedimento che conferma la legittimità delle misure cautelari. La decisione del Tribunale di Palermo, si legge, «non presenta profili di illogicità o contraddittorietà, ma fornisce una ricostruzione del contenuto delle conversazioni intercettate coerente con le conclusioni cui si perviene nella valutazione della sussistenza dei gravi indizi dell'appartenenza del ricorrente al sodalizio mafioso».
Una delle conversazioni, tra Badagliacca e un altro indagato nello stesso procedimento, ha evidenziato le «dinamiche organizzative» nella ripartizione del territorio «per aree di competenze dei diversi mandamenti mafiosi ai fini del controllo delle attività commerciali e produttive da assoggettare al pizzo e per il controllo delle sale giochi e scommesse».
La gravità indiziaria, anche dopo una precedente condanna per mafia «è stata affermata sulla base dell'intercettazione di una sola conversazione» ritenuta utile «a riconoscere la continuità dei rapporti criminali intrattenuti con il capo della famiglia mafiosa di Corso Calatafimi». La precedente condanna, conclude la Cassazione «fornisce un supporto logico alla interpretazione» del Tribunale sulla «continuatività del rapporto di partecipazione» dell'imputato a Cosa Nostra. LL/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

giochi firenze sanzioni

Giochi, Firenze: nei primi sei mesi del 2019 infrazioni a +32%

19/08/2019 | 10:06 ROMA - Nei primi sei mesi del 2019 le infrazioni delle sale da gioco a Firenze sono aumentate del 32% rispetto ai sei mesi precedenti. Da gennaio a giugno, riporta "La Repubblica - Firenze", sono state emesse 69 multe, mentre da luglio...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password