Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 06/12/2019 alle ore 10:09

Attualità e Politica

19/07/2019 | 10:52

Emilia Romagna, dal Consiglio di Stato nuova conferma alla mappatura dei luoghi sensibili

facebook twitter google pinterest
consiglio di stato emilia romagna giochi luoghi sensibili

ROMA - Nuova bocciatura del Consiglio di Stato sulla richiesta di sospensione della mappatura dei luoghi sensibili per le sale da gioco. I giudici amministrativi hanno respinto l'appello cautelare presentato dalla società titolare di un punto scommesse di Modena contro la delibera del Comune che - così come stabilito dalla legge regionale contro il gioco patologico - impone almeno 500 metri di distanza tra sale da gioco, slot machine e luoghi sensibili come scuole e chiese. Per i giudici della Quinta sezione è irrilevante il fatto che l'eventuale rilocalizzazione della sala sarebbe comunque "precaria", visto che la norma imporrebbe un nuovo spostamento nel caso nascesse un nuovo luogo sensibile nelle vicinanze del locale. Prioritaria secondo il Consiglio di Stato è «la certa incompatibilità dell’attuale localizzazione con le finalità di pubblico interesse sociale» previste dal "distanziometro". La richiesta di sospendere della mappatura era già stata bocciata dal Tar Emilia lo scorso aprile. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password