Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/08/2020 alle ore 16:04

Attualità e Politica

31/07/2020 | 11:23

Giochi e distanziometro, Consiglio di Stato conferma: "I giardini pubblici sono luoghi sensibili"

facebook twitter google pinterest
consiglio di stato valdera regolamento giochi giardini pubblici luoghi sensibili

ROMA - I giardini pubblici vanno considerati luoghi sensibili da cui le sale da gioco devono rispettare una distanza minima. A confermarlo è il Consiglio di Stato nell'ordinanza pubblicata oggi sull'appello presentato da una esercente in provincia di Pisa. La Questura aveva respinto la richiesta della licenza per l'apertura di un "corner" scommesse all'interno del bar di proprietà dell'esercente, troppo vicino però a un giardino pubblico. In base alla legge regionale e al regolamento dell’Unione Valdera, in effetti, le sale devono invece rispettare una distanza minima di 500 metri. Il Tar Toscana aveva respinto a marzo il ricorso e oggi, in sede cautelare, anche i giudici di Palazzo Spada fanno altrettanto. Il Collegio, si legge, ritiene «legittima l’inclusione del giardino pubblico tra i luoghi sensibili, ove transitano e sostano soggetti tra i più esposti alla minaccia della ludopatia, quali anziani e giovani». In ogni caso, vista «la delicatezza delle plurime questioni afferenti alla lotta contro la ludopatia», la questione è «certo bisognosa di un approfondimento nel merito», che verrà svolto nei prossimi mesi. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password