Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/01/2021 alle ore 14:11

Attualità e Politica

09/12/2020 | 13:55

Coronavirus, Stoppani (Fipe): “Momento di ridurre costi fissi e garantire nuova liquidità a Pubblici esercizi”

facebook twitter google pinterest
coronavirus stoppani fipe pubblici esercizi

ROMA - «Il governo ha praticamente scaricato sui pubblici esercizi e su pochissimi altri settori l’onere di appiattire la curva dei contagi. Una decisione politica, certamente legittima, ma che denota un accanimento pericoloso verso il nostro settore, nonostante sia stato ampiamente dimostrato che i pubblici esercizi sono luoghi sicuri, anche in ragione dei rigorosi protocolli sanitari che sono stati loro assegnati». Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe-Confcommercio commenta così l’attuale momento che la filiera sta vivendo. 

Il numero uno della Federazione dei Pubblici esercizi sottolinea come «questo sacrificio mette a repentaglio la sopravvivenza stessa del settore. Ecco perché, chi ci ha messi in queste condizioni ha il dovere di provvedere a ristorare adeguatamente le nostre imprese, in base alla reale perdita di fatturato». 

Stoppani poi analizza le priorità in questo momento storico: «È ora di discutere di come ridurre i costi fissi delle nostre attività, canoni di locazione, utenze, assicurazioni, tasse locali e oneri finanziari. Ed è il momento di individuare soluzioni che garantiscano nuova liquidità ai pubblici esercizi, con piani di ammortamento sostenibili».

RED/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password