Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/10/2019 alle ore 13:49

Attualità e Politica

25/07/2019 | 13:20

Decreto Dignità, segnalazione Agcom al Governo: "Sanzioni sproporzionate per il divieto di pubblicità dei giochi"

facebook twitter google pinterest
decreto dignità agcom governo

ROMA - Le nuove norme sul divieto di pubblicità dei giochi previsto dal Decreto Dignità «dovrebbero modulare il trattamento sanzionatorio a seconda della “pericolosità” della concreta condotta rilevata». Lo scrive l'Agcom nella segnalazione inviata al Governo e pubblicata ieri sera.  Una sanzione minima di 50mila euro per chi viola il divieto di pubblicità dei giochi risulta «poco ragionevole e sproporzionata», sottolinea l'Autorità. Una sanzione di simile entità non è «prevista per alcuna altra fattispecie violativa rientrante nel perimetro tipico dell’attività di vigilanza di questa Autorità, avente ad oggetto la diffusione di contenuti sui servizi di media audiovisivi e radiofonici, in attuazione delle disposizioni recate dal Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici. In particolare, anche in relazione a settori
meritevoli di tutela rafforzata, come quello della tutela dei minori, il predetto testo unico prevede sanzioni di massimo 250mila euro. Considerazioni del tutto analoghe valgono con riferimento alle disposizioni generali in materia di comunicazione commerciale audiovisiva anche con riguardo a quei settori soggetti a previsioni più stringenti, quali tabacco e prodotti sanitari».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password