Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2019 alle ore 20:44

Attualità e Politica

25/10/2019 | 13:06

Giochi, Binetti: "Governo contraddittorio, continua a incassare"

facebook twitter google pinterest
giochi binetti

ROMA - "Il gioco d'azzardo si conferma un inesauribile bancomat per il Tesoro, nonostante rappresenti sul piano sociale una vera e propria piaga. Gli italiani - tra lotterie, totip e videopoker - hanno scommesso nel 2018 oltre 105 miliardi di euro che hanno reso all'erario 13,7 miliardi; una cifra che rappresenta il doppio rispetto ad una decina di anni fa". Lo afferma la senatrice Paola Binetti, UDC, che continua: "Occorre fare una distinzione il più chiara possibile tra gioco e gioco, tra attività ludica ed azzardo; tra intrattenimento e patologia ad alto rischio. L'obiettivo della legge era quello di immettere sul mercato apparecchi di intrattenimento e divertimento con piccola vincita, non con possibili vincite fino a 500 mila euro. I giocatori e l'occupazione nel settore va tutelata sostituendo gli attuali apparecchi awp con apparecchi da remoto; con una percentuale più alta di tassazione sull'utile, anche fino all'85%; con puntate più piccole, max 50 centesimi; ma soprattutto con l'introduzione di concreti elementi di abilità, per evitare che tutto si risolva in una vera e propria operazione-azzardo". Secondo la senatrice "l'azione di controllo e prevenzione si è concentrata tutta sulla tutela dei minorenni attraverso la potenziale introduzione della tessera sanitaria. Ma sono soprattutto i maggiorenni che vanno tutelati perché sono loro che impegnano cifre crescenti. Il nuovo governo chiarisca senza equivoci da che parte sta, perché l'insopportabile ipocrisia del M5S non si mescoli con l'inerzia assoluta manifestata dal Pd nella legislatura precedente". RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Operazione Game Over scommesse online condanne

Operazione Game Over: 16 condanne e 5 assoluzioni

14/11/2019 | 15:55 ROMA - Il gup di Palermo ha condannato, in abbreviato, a pene comprese tra 10 mesi e 16 anni di carcere 16 persone coinvolte nell'inchiesta "Game Over" che, tra l'altro, fece luce sugli interessi dei clan mafiosi nelle scommesse...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password