Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 20/08/2019 alle ore 20:22

Attualità e Politica

02/05/2019 | 13:04

Giochi a Bolzano, le sale non mollano: chiesto nuovo processo in Consiglio di Stato su distanze minime

facebook twitter google pinterest
giochi bolzano consiglio di stato distanze minime

ROMA - Nuovo capitolo in Consiglio di Stato per i ricorsi contro il "distanziometro" previsto dalla legge provinciale di Bolzano, che dispone almeno 300 metri di distanza tra sale e apparecchi da gioco e luoghi sensibili come scuole e chiese. Dopo le sentenze di marzo con cui è stata confermata la legittimità della norma, gli operatori hanno chiesto a Palazzo Spada il processo di revocazione contro la decisione di quasi due mesi fa. Secondo quanto apprende Agipronews da fonti legali, la richiesta è stata presentata perché il collegio della Sesta sezione avrebbe omesso di valutare una serie di motivi del ricorso. In particolare, secondo i ricorrenti sono stati tenuti poco in considerazione gli esiti della consulenza d'ufficio disposta dai giudici sul cosiddetto "effetto espulsivo": la perizia, pur escludendo tale conseguenza, ha però sottolineato una estrema marginalizzazione del settore, dovuta proprio alla norma sulle distanze minime. L'auspicio degli operatori, apprende ancora Agipronews, è di arrivare a una nuova camera di consiglio entro la fine di maggio: in questa sede i giudici decideranno poi sull'ammissibilità della richiesta di revocazione, per poi procedere eventualmente con una nuova udienza di merito. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password