Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/09/2019 alle ore 19:07

Attualità e Politica

11/09/2019 | 18:00

A Cesena un "labirinto" per aggirare il distanziometro, Bertani (M5S): "Inaccettabile presa in giro"

facebook twitter google pinterest
giochi cesena distanziometro

ROMA - Per aggirare la legge contro la ludopatia, che l'avrebbe costretto a chiudere perché a meno di 500 metri da un luogo sensibile, il titolare di una sala slot di Cesena ha allungato il percorso pedonale per arrivare all'ingresso, creando un "labirinto" di quasi 150 metri con le reti metalliche in modo da rientrare nella distanza minima. L'idea non è piaciuta agli esponenti del M5S, che si preparano a presentare una segnalazione in Procura. «La Regione e il Comune di Cesena non possono restare a guardare- attacca il capogruppo 5 stelle in Regione, Andrea Bertani - mentre una sala scommesse escogita uno stratagemma per aggirare le norme. Stiamo preparando una segnalazione alla Procura». Secondo Bertani «si tratta di una presa in giro, che fa seguito al caso analogo dell'Hippobingo di Cesena che ha spostato il proprio ingresso verso l'ippodromo sempre per aggirare il limite delle distanze dai luoghi sensibili». I 5 stelle spiegano: «Se dovesse passare il principio che una sala scommesse, vicina a una scuola o a un altro luogo sensibile, può creare labirinti davanti al proprio ingresso per aggirare la norma sulle distanze, sarebbe davvero grave». RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password