Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/02/2018 alle ore 19:14

Attualità e Politica

18/12/2017 | 12:14

Giochi e “distanziometro”, dal Tar Liguria dubbi su cimiteri e stadi tra i luoghi sensibili

facebook twitter google pinterest
giochi distanziometro tar liguria

ROMA - Dubbi del Tar Liguria sull’inclusione, da parte del Comune di Chiavari, del cimitero e dello stadio comunale nell’elenco di luoghi sensibili da cui le sale da gioco devono rispettare la distanza minima di 300 metri. È quanto emerge dall’ordinanza del tribunale amministrativo sul ricorso presentato dalla Top Bet, titolare di una sala scommesse nella cittadina in provincia di Genova. Alla società è stata imposta lo scorso settembre la chiusura dell’attività per l’eccessiva vicinanza al cimitero e allo stadio. Tuttavia, scrivono i giudici, «il cimitero non è ricompreso tra i luoghi» previsti dalla legge regionale per il contrasto alla ludopatia, e che l’eventuale inclusione nella lista del Comune richiede «una motivazione richiesta dalla legge, un profilo su cui gli atti impugnati non sembrano essersi soffermati adeguatamente». Inoltre, «anche riguardo allo stadio appaiono necessarie ulteriori considerazioni da rinviare alla sede del merito». Il provvedimento di chiusura emesso dal Comune è dunque sospeso fino alla decisione nel merito che arriverà dopo l’udienza pubblica dell’11 luglio 2018. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Giochi la settimana in un clic 23 febbraio

Giochi, la settimana in un clic

23/02/2018 | 16:33 LUNEDI' 19 GENNAIO Politica – Convegno a Torino organizzato dalla Fit. Obiettivo sulla legge regionale piemontese sui giochi. «Chiederò a Chiamparino di sospenderla», ha detto il senatore Pd Stefano Esposito....

x

Scarica l'app dallo store

Scarica
chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password