Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/06/2021 alle ore 20:40

Attualità e Politica

29/04/2021 | 15:46

Giochi nel Lazio, Acadi: solidarietà a chi manifesta davanti alla Regione, a rischio oltre 5 mila posti di lavoro e aumento dell’illegalità

facebook twitter pinterest
giochi lazio acadi regione lavoro illegalità

ROMA - «Esprimiamo sostegno e piena solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori che stanno manifestando oggi davanti alla sede della Regione Lazio per denunciare gli effetti dell'entrata in vigore della legge regionale» che, «nonostante intenda contrastare il disturbo da gioco, non appare risolutiva sotto il profilo clinico-sanitario e determina un effetto espulsivo sulla sostanziale totalità del territorio attraverso l’applicazione retroattiva del distanziometro anche per le realtà già esistenti, escludendo di fatto il gioco pubblico dal Lazio». Lo dichiara in una nota Acadi-ConfCommercio. «Secondo un'analisi dell'impatto sociale del settore del gioco pubblico nella Regione Lazio e delle conseguenze dell'entrata in vigore della legge regionale, presentata in occasione del recente seminario organizzato dall'Associazione, per effetto della retroazione della norma, i posti di lavoro a rischio sarebbero almeno 5mila. Ma potrebbero addirittura oscillare tra quota 6.700 e quota 7.100. Secondo alcune perizie urbanistiche, il 99,3% del territorio urbano sarà non utilizzabile, lasciando che questo sia terreno di conquista e proliferazione di attività illegali e criminali».
RED/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password