Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/06/2018 alle ore 16:34

Attualità e Politica

21/02/2018 | 16:23

Giochi, relazione Antimafia: "Interessi e investimenti mafiosi nel gioco legale, interferenze anche nell'attività legislativa"

facebook twitter google pinterest
giochi scommesse commissione antimafia

ROMA - "Sotto il profilo dei controlli, l'accertamento delle condotte illegali" nel settore del gioco "è molto complesso e le conseguenze giudiziarie sono piuttosto contenute. Inoltre l'attuale sistema sanzionatorio, che prevede pene non elevate per il reato di gioco illecito, non permette l'utilizzo di più efficaci sistemi di indagine, come le intercettazioni, ed è presto destinato alla prescrizione". È quanto si legge nella relazione finale della Commissione Antimafia presentata oggi al Senato.
"Gli interessi mafiosi si estendono anche al gioco legale che, sebbene gestito da privati attraverso il sistema delle concessioni, è pur sempre esercitato in nome dello Stato. Diverse indagini hanno dimostrato che le organizzazioni criminali hanno operato enormi investimenti in questo comparto, acquisendo ed intestando a prestanome sale deputate al gioco o inserendo propri uomini negli organigrammi delle compagini societarie di gestione degli esercizi deputati al gioco. Interferenze mafiose che talvolta lambiscono le società concessionarie, con risvolti inquietanti sulla capacità di condizionare a proprio favore la stessa attività legislativa, come hanno rivelato le indagini della procura di Roma sul gruppo Atlantis BPlus Giocolegale", su legge nella relazione.
MSC/Agipro
 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

notizie giochi agipronews slot scommesse

Giochi, la settimana in un clic

22/06/2018 | 16:34 LUNEDI' 18 GIUGNO Giochi e giustizia – Il Ministero dell'economia e i Monopoli hanno chiesto di costituirsi parte civile nell'udienza preliminare nell'ambito dell'operazione “Rouge et Noir”....

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password