Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 23/10/2018 alle ore 09:50

Attualità e Politica

27/10/2017 | 09:05

Camera, Ddl gioco patologico: divieto totale di pubblicità, si punta solo con la tessera sanitaria

facebook twitter google pinterest
gioco patologico camera pubblicità

ROMA - Divieto totale di pubblicità del gioco e obbligo di utilizzo della tessera sanitaria, un numero verde nazionale per le problematiche legate alla dipendenza, il marchio "no slot" per chi rinuncia agli apparecchi e campagne informative nelle scuole: sono questi i contenuti del nuovo testo base per il contrasto al gioco patologico approvato ieri in Commissione Affari sociali alla Camera.

DIVIETO DI PUBBLICITÀ - Il testo prevede il divieto di "qualsiasi forma, diretta o indiretta, di propaganda pubblicitaria, di comunicazione commerciale, di sponsorizzazione e di promozione di marchi o prodotti di giochi con vincite in denaro, offerti in reti di raccolta fisiche o on line", pena una "sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 50.000 euro a 500.000 euro", irrogata "al soggetto che commissiona la propaganda pubblicitaria, la comunicazione commerciale, la sponsorizzazione o la promozione, al soggetto che la effettua, nonché al proprietario del mezzo con il quale essa è diffusa". I proventi derivanti dall'applicazione delle sanzioni "sono destinati alla prevenzione, alla cura e alla riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco".

TESSERA SANITARIA - L'accesso a slot e VLT e ai giochi online "è consentito esclusivamente mediante l'utilizzo della tessera sanitaria, al fine di impedire l'accesso ai giochi da parte dei minori", si legge nel testo.

NO SLOT - I locali che non installano slot "possono richiedere ai comuni il rilascio in uso del logo identificativo No slot" ed è ”fatto divieto ai concessionari di prevedere penalizzazioni od oneri a carico dei gestori e degli esercenti in caso di richiesta di rimozione degli apparecchi".

CAMPAGNE NELLE SCUOLE - Il testo stabilisce che il ministero dell'Istruzione predisponga "campagne di informazione e promuove progetti di educazione sui fattori di rischio connessi al gioco d'azzardo nelle scuole di ogni ordine e grado" e che il ministero della Salute si occupi delle "campagne di informazione e sensibilizzazione ai cittadini finalizzate ad aumentare la conoscenza sui fenomeni di dipendenza correlati al gioco d'azzardo nonché sui rischi che ne derivano per la salute".

NUMERO VERDE - La norma istituisce "un numero verde nazionale per le problematiche legate al gioco d'azzardo, denominato «TVNGA», affidato al Centro nazionale dipendenze e dopingdell'Istituto superiore di sanità".

LOTTERIE ISTANTANEE - Modifiche anche per i tagliandi delle lotterie istantanee tagliandi che "devono contenere messaggi in lingua italiana su entrambi i lati, indicati a stampa e in modo da coprire almeno il 25 per cento della corrispondente superficie, recanti avvertenze relative ai rischi e ai danni connessi al gioco".

FONDO VITTIME - Infine è previsto l'accesso al "Fondo per la prevenzione del fenomeno dell'usura ai soggetti affetti da gioco d'azzardo patologico nonché al coniuge e ai parenti entro il primo grado con essi conviventi, nel caso in cui l'indebitamento del nucleo familiare sia stato causato dalla dipendenza dal gioco d'azzardo patologico". MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password