Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 15/12/2019 alle ore 10:00

Attualità e Politica

15/07/2019 | 14:54

Divieto di pubblicità sui giochi, Guggino (Iap): "Mancherà strumento per distinguere offerta legale da quella illegale"

facebook twitter google pinterest
guggino iap pubblicità giochi

ROMA - «Fin dal 2012 sono state operative norme sulla pubblicità dei giochi, operative con ottimi risultati. Con il divieto di pubblicità sopraggiunto in questi giorni, però, non abbiamo più uno strumento per differenziare il gioco legale da quello illegale». Così Vincenzo Guggino, segretario generale dell'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria, nel corso della trasmissione "Centocittà" in onda su Radio 1. «Bisogna tenere presente che la pubblicità è anche uno strumento di educazione, se fatta con determinati limiti. Più che un divieto, sarebbero serviti maggiori messaggi informativi. In generale più si lascia all'oscuro, più è difficile conoscere realmente un fatto», ha concluso. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Scommesse illegali Enna

Scommesse illegali a Enna, denunciato il titolare di una sala

14/12/2019 | 17:01 ROMA - Blitz degli agenti del commissariato di Piazza Armerina (EN), con l’ausilio del personale dell’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane, in una sala scommesse senza licenza. Sul posto sono stati trovati diversi scontrini...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password