Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/12/2018 alle ore 13:06

Attualità e Politica

30/11/2018 | 13:25

Giochi, dal Tar Veneto via libera al distanziometro di Lonigo (VI): "Limitazione proporzionata e ragionevole"

facebook twitter google pinterest
lonigo tar veneto giochi azzardo

ROMA - Via libera al regolamento sui giochi di Lonigo, in provincia di Vicenza. Il Tar Veneto, respingendo il ricorso della titolare di una tabaccheria, conferma la legittimità della norma che prevede almeno 500 metri di distanza tra sale e apparecchi da gioco e luoghi sensibili come scuole e chiese. Le limitazioni disposte dal Comune «appaiono proporzionate e ragionevoli» per contrastare la ludopatia, si legge nella sentenza pubblicata oggi. Nel caso in questione, la tabaccheria si trova a ridosso di un parco al cui interno si svolgono manifestazioni culturali e sportive, che rientra «a pieno titolo nel novero dei siti sensibili, in quanto luogo di aggregazione». Nemmeno può essere applicata la norma transitoria, che prevede la deroga al "distanziometro" per gli esercizi già in attività al momento dell'entrata in vigore del regolamento. Una previsione che però «non si applica in tutti i casi in cui vi sia un cambiamento della situazione giuridica o fattuale rispetto a quella esistente al momento dell’entrata in vigore del regolamento, ovvero sia quando il medesimo soggetto trasferisca la propria attività in nuovi locali». La tabaccheria era già attiva prima dell'entrata in vigore della norma, ma al suo interno non erano installati apparecchi da gioco, per i quali la nuova titolare aveva chiesto l'autorizzazione al Comune, senza ottenerla. «La SCIA presentata dalla ricorrente riguardava una “nuova collocazione” di apparecchi per il gioco, da assoggettare alla nuova disciplina», continua il Collegio, che ritiene anche insussistente anche il presunto effetto espulsivo dell’attività di gioco dal comune. «Dalla perizia redatta dal Comune - conclude il Tar - risulta che i giochi leciti possono essere insediati in varie zone della città, per una superficie che si stima pari a circa il 38% del territorio comunale». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password