Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/08/2018 alle ore 20:40

Attualità e Politica

06/11/2017 | 11:49

Manovra, Servizio Studi: «Gare bingo e scommesse entro il 30 settembre 2018, proroga per le sale al 31 dicembre 2018»

facebook twitter google pinterest
manovra servizio studi

ROMA - L'articolo 90 della legge di bilancio «reca disposizioni volte a disciplinare i criteri per le concessioni in materia di giochi, contemperando i principi concorrenziali nella loro attribuzione con l’esigenza di perseguire un corretto assetto distributivo». È quanto si legge nella relazione del Servizio Studi del Senato sulla manovra. Il comma 1 modifica quanto previsto nella legge di stabilità 2014, estendendo «alle concessioni in scadenza nel biennio 2017-2018 la previsione dell'indizione di una gara per l'attribuzione di 210 concessioni di gioco per la raccolta del Bingo, fissando il termine per la sua effettuazione al 30 settembre 2018 ed introducendo la previsione che tale gara consenta un introito almeno pari a 73 milioni di euro». Inoltre la norma «eleva da 5.000 a 7.500 euro e da 2.500 a 3.500 euro i versamenti dovuti dal concessionario in scadenza che intenda partecipare al bando di gara per la riattribuzione della concessione, rispettivamente per ogni mese o frazione di mese inferiore ai 15 giorni di proroga del rapporto concessorio scaduto».
È prevista anche una «gara da indire entro il 30 settembre 2018» per le concessioni delle scommesse, «con un introito almeno pari a 410 milioni».
Il Servizio Studi ricorda che «le concessioni in essere sono prorogate al 31 dicembre 2018, a fronte del versamento della somma annuale di 6.000 euro per diritto afferente i punti vendita aventi come attività principale la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblici, compresi i punti di raccolta regolarizzati (le sale scommesse, ndr), e di 3.500 euro per ogni diritto afferente i punti vendita aventi come attività accessoria la commercializzazione dei prodotti di gioco pubblici (i corner, ndr)». Infine, per consentire le gare, la legge di bilancio stabilisce che «le Regioni adeguino le proprie leggi in materia di dislocazione dei punti vendita del gioco pubblico all’intesa sancita in data 7 settembre 2017, in sede di Conferenza Unificata». MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password