Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 12/11/2018 alle ore 19:40

Attualità e Politica

09/03/2018 | 17:37

Match fixing, Garcia (Uefa): “Fraud Detection System, un 'passaporto biologico' contro le combine”

facebook twitter google pinterest
match fixing sportradar uefa fraud detection system

ROMA -  I casi Skenderbeu e Sudafrica-Senegal dimostrano come «i risultati ottenuti dal Fraud Detection System nel contrasto al match fixing siano equiparabili a quelli del passaporto biologico nella lotta al doping». Lo ha sostenuto Emilio Garcia, direttore Integrity Uefa, nel corso della conferenza “Tackling match fixing”, a Londra. «Entrambi i fenomeni vengono combattuti con metodi e strumenti della massima affidabilità, che hanno tra loro delle evidenti similitudini e affinità: entrambi infatti sono basati su dati acquisiti e processati in modo rigoroso e scientifico». Nel caso del match fixing, Garcia ha inoltre sottolineato che spesso «i tempi lunghi della definizione dei processi creano problemi enormi sui provvedimenti disciplinari da adottare». La combine sportiva, inoltre, «è un illecito difficile da provare nelle sedi processuali sportive e penali, e ciò richiede strumenti affidabili e all’avanguardia».
È intervenuto nel corso dell'incontro anche Oliver Jaberg, direttore Integrity della Fifa, che ha ripercorso tutte le fasi che hanno portato per la prima volta alla ripetizione di una partita di calcio manipolata, ricordando i momenti in cui nella sede della FIFA giungeva la segnalazione di Sportradar con le informazioni tecniche del betting sul match.
LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password