Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 04/06/2020 alle ore 18:00

Attualità e Politica

17/04/2020 | 17:30

Giochi, la settimana in un clic

facebook twitter google pinterest
notizie agipronews settimana giochi scommesse coronavirus

MARTEDI' 14 APRILE

Ripartenza, si punta al 3 maggio – È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di sabato 11 aprile il nuovo dpcm con cui vengono prorogate fino al 3 maggio le misure restrittive sin qui adottate per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, che includono la sospensione delle attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo. 

 

MERCOLEDI' 15 APRILE

Imprese, servono 50 miliardi – «Le nostre stime indicano che, tra marzo e luglio, il fabbisogno aggiuntivo di liquidità delle imprese possa raggiungere i 50 miliardi». Lo ha detto Paolo Angelini, capo del dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria della Banca d'Italia, alla Commissione d'inchiesta parlamentare sulle banche.

Ripresa, priorità alla Serie A - I campionati professionistici di calcio potrebbero ripartire scaglionati: priorità alla Serie A e, a seguire, Serie B e C. È uno dei punti che la Commissione medico-scientifica della Figc, presieduta dal professor Paolo Zeppilli, sta studiando al fine di garantire la ripresa degli allenamenti per la ripartenza dei campionati professionistici.

 

GIOVEDI' 16 APRILE

Blocco dei giochi, disastro per lo Stato – Il blocco dei giochi imposto dal lockdown contro l'emergenza coronavirus costa allo Stato 750 milioni di euro al mese. È la stima dell'Osservatorio permanente Eurispes sui giochi.

 

VENERDI' 17 APRILE

Ippica, la ricetta di L'Abbate – «Corse a porte chiuse in ippodromi vicini: così può ripartire l’ippica». Lo ha detto in un'intervista ad Agipronews Giuseppe L’Abbate, sottosegretario di Stato con delega all’ippica. 

Giochi? Vedi alla voce intrattenimento – La classificazione del comitato-scientifico mette sale giochi e scommesse nellle attività che fanno “intrattenimento”. Criterio non scontato per gli operatori, troppo spesso discriminati sulla base di pregiudizi. Quanto alla graduatoria in base al rischio, il settore è in “fascia rossa” per quanto riguarda il pericolo di assembramento nei locali. 

 

 

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password