Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/10/2017 alle ore 20:49

Attualità e Politica

10/10/2017 | 17:10

Liguria, Pastorino (Sts-Fit): «La legge regionale sarà cambiata, ma si aspetta il decreto del Mef»

facebook twitter google pinterest
pastorino liguria giochi legge toti

ROMA - «La legge ligure? Credo proprio che sarà cambiata. Se si è deciso di rinviarne gli effetti è per apportare modifiche sostanziali al testo». Giorgio Pastorino, presidente Sts-Fit e rappresentante della Federazione Italiana Tabaccai per il territorio di Genova, è sicuro: la norma della legge regionale che spegne di fatto la quasi totalità degli apparecchi da intrattenimento sul territorio, congelata per un anno nell'aprile scorso dalla giunta Toti, sarà riscritta prima della scadenza della proroga. «Attualmente – dice - siamo in una fase di stallo. Tutti aspettano il decreto con cui il Mef definirà i dettagli dell'accordo sul riordino dei giochi, raggiunto in sede di Conferenza Unificata. In base a ciò che farà sapere il Governo, si saprà come riadattare le leggi regionali».

Secondo quanto prevede il testo dell'accordo, il decreto dovrebbe essere emanato entro il 31 ottobre. Data che sarà più o meno rispettata, ha fatto sapere nei giorni scorsi il sottosegretario all'Economia Baretta. «In Liguria si punterà a cambiare la legge – ribadisce Pastorino – modellandola anche sui principi dettati dal Governo. Ma se questi principi non dovessero arrivare nei tempi stabiliti, con le elezioni che si avvicinano, la palla potrebbe anche passare al Governo successivo. In tal caso, in attesa di direttive nazionali, in Liguria potrebbe essere opportuno procedere a una nuova proroga».
MF/Agipro

 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password