Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/09/2020 alle ore 20:36

Attualità e Politica

10/08/2020 | 14:40

Ippica al Coni, il no delle associazioni: «Il settore è agricolo e una riforma non si fa con un emendamento»

facebook twitter google pinterest
riforma ippica coni emendamento

ROMA - L'ippica è una filiera di imprese agricole, non è una disciplina olimpica ed è estranea alle finalità del Coni. Con una nota firmata da una buona rappresentanza di associazioni facenti capo a galoppo, trotto e ippodromi, la filiera prende le distanze dall'ipotesi di riforma dell'ippica contenuta in un emendamento presentato da Italia Viva nell'ambito del Dl Semplificazioni, che affida al Coni la gestione del settore. «Gli operatori dell'ippica, si sostiene nella nota, occupano oltre 20 mila addetti, garantendo posti di lavoro da preservare e incrementare attraverso l'adozione di misure legislative organiche e indirizzate allo sviluppo dell'impresa, che mal si conciliano con lo spirito dilettantistico e prettamente sportivo del Coni». Contestato anche il metodo: «Qualunque proposta organica e coerente di riforma, che da anni tutti auspichiamo, deve essere il risultato di un confronto aperto e democratico e non certo di una "fuga in avanti" agostana».

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password