Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 26/10/2020 alle ore 19:01

Attualità e Politica

09/03/2020 | 12:35

Slot, Consiglio di Stato dice no a risarcimento per danni da limiti orari: "Prove totalmente carenti"

facebook twitter google pinterest
slot consiglio di stato risarcimento danni

ROMA - Il Consiglio di Stato dice no alla richiesta di risarcimento danni per una società di gioco a cui, nel 2005, il Comune di Verbania aveva imposto limitazioni orarie al funzionamento delle slot. Il regolamento comunale era stato annullato dal Tar Piemonte, che però - respingendo la richiesta di risarcimento - aveva spiegato come all’epoca il Comune avesse seguito l’orientamento giurisprudenziale «più rigoroso» in tema di disciplina delle competenze degli enti locali e non poteva essere «addebitabile a colpa dell’amministrazione» un regolamento particolarmente restrittivo. I giudizi di Palazzo Spada hanno confermato la sentenza del Tar piemontese; in più, la società in questione non ha fornito documentazioni concrete «né dell’elemento soggettivo della responsabilità dell’Amministrazione» né del danno sofferto. «La totale carenza della prova», si legge nella sentenza pubblicata oggi, porta a respingere la domanda risarcitoria. «La società non ha comprovato gli incassi dei periodi antecedenti e successivi al periodo cui si riferisce la domanda - concludono i giudici - che costituivano l’unico reale parametro di riferimento». LL/Agipro 

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password