Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 18/11/2018 alle ore 08:50

Attualità e Politica

28/06/2018 | 11:01

Giochi, Tar Lombardia “salva” limiti orari a Carpenedolo: “Ma l’istruttoria del Comune è carente”

facebook twitter google pinterest
tar lombardia giochi limiti orari carpenedolo azzardo

ROMA - I limiti orari introdotti dal sindaco di Carpenedolo (BS) per le sale e gli apparecchi da gioco possono rimanere in vigore, ma per il Tar Lombardia l’istruttoria condotta dal Comune alla base della norma è «carente». È quanto si legge nell’ordinanza che conferma il provvedimento firmato a marzo dal sindaco Stefano Tramonti (in attuazione del regolamento comunale), che prevede la chiusura delle sale giochi e lo stop a slot e vlt dalle 7.30 alle 9.30, dalle 12.00 alle 14.00 e dalle 19.00 alle 21.00. Il Tar ha respinto la domanda cautelare presentata dalla società N.B. Games che, dopo aver ceduto il proprio ramo d’azienda, lo aveva riacquisito chiedendo nuove licenze, di fatto aprendo una nuova attività soggetta all’ordinanza sindacale. Visti i «possibili profili di illegittimità» dell’attività e il «numero limitato di ore in cui è precluso il gioco», i giudici hanno deciso di bocciare la richiesta di sospensione del provvedimento; tuttavia il ricorso è stato ritenuto ammissibile, visto che gli elementi contestati dalla società hanno a che fare con la «carente istruttoria condotta dal Comune prima dell’adozione dei provvedimenti censurati», che verrà dunque discussa nell’udienza di merito ancora da fissare. LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password