Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 14/11/2019 alle ore 20:44

Attualità e Politica

18/07/2019 | 14:31

Tassa 500 milioni, Tribunale di Roma: "Gestori devono versare la loro quota"

facebook twitter google pinterest
tassa 500 milioni tribunale roma gestori concessionari

ROMA - I gestori di slot machine sono obbligati, così come i concessionari, a versare la quota della tassa da 500 milioni prevista dalla legge di stabilità 2015 per la filiera degli apparecchi da gioco. A ribadirlo è la Decima sezione civile del Tribunale di Roma, sul caso sollevato da un gestore. L'operatore aveva chiesto l’emissione di un provvedimento d’urgenza per opporsi alla sospensione dell’attività di raccolta disposta dal concessionario di riferimento per il mancato pagamento delle somme dovute. Il gestore, costretto a chiudere i locali e cessare ogni attività, aveva contestato il comportamento del concessionario, che aveva stabilito «in 1.207 euro per ciascun apparecchio la somma dovuta dal gestore e per avere lo stesso disattivato le VLT e le AWP del gestore inadempiente». Il Tribunale di Roma ha però ritenuto insussistente il diritto del gestore a pretendere la riattivazione degli apparecchi, evidenziando le decisioni della Corte Costituzionale e il Tar Lazio sull'argomento, le quali hanno chiarito che «l’onere del prelievo forzoso non è più a carico solo dei concessionari ma grava su tutti gli operatori della filiera del gioco lecito e quindi anche su esercenti e gestori». Il Tribunale esclude dunque che il concessionario «abbia illegittimamente preteso gli importi in questione» e che abbia determinato «la inesorabile difficoltà del ricorrente a onorare gli impegni presi e l’aggravamento della sua posizione debitoria». LL/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

Operazione Game Over scommesse online condanne

Operazione Game Over: 16 condanne e 5 assoluzioni

14/11/2019 | 15:55 ROMA - Il gup di Palermo ha condannato, in abbreviato, a pene comprese tra 10 mesi e 16 anni di carcere 16 persone coinvolte nell'inchiesta "Game Over" che, tra l'altro, fece luce sugli interessi dei clan mafiosi nelle scommesse...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password