Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/11/2021 alle ore 21:49

Attualità e Politica

09/06/2021 | 13:30

Giochi in Piemonte, Piozzi (Centro Studi As.tro): "La legge regionale non ha funzionato, via la retroattività. Con slot nei bar tutelate legalità e occupazione"

facebook twitter pinterest
Giochi Piemonte Piozzi Centro Studi As.tro retroattività slot bar legalità occupazione

ROMA - «Il nuovo progetto di legge della Giunta regionale del Piemonte sul contrasto al gioco patologico esclude gli esercizi generalisti dalla possibilità di riattivare gli apparecchi che sono stati dismessi in applicazione della legge del 2016», ma è giusto che «anche ai bar che hanno dovuto togliere gli apparecchi sia consentito poterli reinstallare: siamo pronti a discutere di un eventuale contingentamento degli apparecchi, sia per quanto riguarda il numero all'interno di ciascun esercizio in proporzione alla sua superficie, sia per quanto riguarda la loro distribuzione». Lo ha detto ad Agipronews l'avvocato Massimo Piozzi del Centro Studi As.tro, oggi in audizione nelle Commissioni riunite Commercio, Sanità e Legalità del Consiglio regionale del Piemonte, sul nuovo disegno di legge della Giunta per il “Contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico". 
«Abbiamo rinnovato la necessità di riformare la legge regionale del Piemonte sul contrasto al gioco patologico, soprattutto nella parte che prevedeva la retroattività», ha spiegato Piozzi. La legge, poi, ha fallito nel suo obiettivo principale, quello del contrasto alla dipendenza. «I rappresentanti del Gruppo Abele, ascoltati in audizione, hanno detto che dal 2016 in poi c'è stato un grosso afflusso di utenti presso i loro centri di ascolto dedicati al gioco patologico: l'obiettivo della legge era eliminare o ridurre la ludopatia, quindi questo equivale a dire che la legge non ha funzionato», ha continuato Piozzi. 
Nel corso dell'audizione «abbiamo sottolineato gli effetti devastanti dell'espulsione del gioco lecito sul piano dell'occupazione e della legalità: da parte della maggioranza abbiamo trovato particolare attenzione, molto scetticismo invece da parte dell'opposizione, che non crede al rapporto causa/effetto tra l'espulsione del gioco legale e il rifiorire del gioco illegale», ha spiegato. «Riteniamo che l'esclusione degli esercizi generalisti dal nuovo disegno di legge - quindi l'espulsione del gioco dal territorio - avrebbe gravi ripercussioni sulla tutela della legalità» e «abbiamo sottolineato anche il danno che questa esclusione comporterebbe alle piccole e medie imprese italiane che si occupano di gestione degli apparecchi», ha concluso.
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

MillionDay: il 39 leader dei ritardatari con 54 assenze

MillionDay: il 39 leader dei ritardatari con 54 assenze

26/11/2021 | 19:02 ROMA - Dopo l'estrazione del MillionDay di venerdì 26 novembre, il 39 si conferma alla guida dei ritardatari con 54 estrazioni di assenza, davanti al 9 che manca da 39 estrazioni. Completano la top 5 il 50 e il 37, entrambi...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password