Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/10/2021 alle ore 14:49

Attualità e Politica

14/04/2021 | 08:38

Casinò di Campione, 400 dipendenti aderiscono all'accordo per salvare la casa da gioco

facebook twitter pinterest
casinò campione accordo dipendenti

ROMA - Oltre 400 ex dipendenti del Casinò di Campione d’Italia hanno aderito alla proposta presentata dall’azienda per compensare i loro crediti e permettere alla casa da gioco di ripartire. Un elemento fondamentale - riporta "Il Giorno" - per sostenere la proposta di concordato preventivo che l’azienda presenterà al Tribunale di Como il prossimo 19 aprile, dal momento che gli ex lavoratori sono anche creditori privilegiati.
Dei 492 dipendenti impiegati al momento della chiusura, 77 hanno maturato la pensione e una cinquantina hanno trovato una nuova occupazione. Dei 270 in attesa 170 verrebbero chiamati per "riaprire" la casa da gioco. Si tratta dei croupier, il personale di sala e gli impiegati dei vari uffici addetti al funzionamento del casinò; un altro centinaio di lavoratori invece, tra i quali cuochi, camerieri e gli addetti alle pulizie tornerebbero al lavoro ma come dipendenti di società terze dopo l’esternalizzazione dei servizi.
«Abbiamo cercato di valutare l’opportunità di dare una nuova possibilità lavorativa – spiega Christian Toini, segretario del Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori Case da Gioco e consigliere comunale – Speriamo che anche il tribunale avrà attenzione verso questi lavoratori che sono in difficoltà da tre anni e non vedono alcuna luce all’orizzonte. Se fallisce il casinò, falliscono anche le persone e le famiglie». Soddisfatto anche il sindaco, Roberto Canesi, che sabato nel corso della seduta del consiglio comunale aveva invitato gli ex-lavoratori a dare ad aderire all’accordo. «Le proposte mi sembrano equilibrate e favorevoli ai lavoratori».
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password