Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 16/10/2021 alle ore 21:20

Attualità e Politica

19/07/2021 | 10:45

Giochi, Durante (AD Sisal): "Puntiamo su digitale e internazionalizzazione"

facebook twitter pinterest
Giochi Durante Sisal

ROMA - «Per programmare investimenti di lungo periodo è necessario avere regole certe e valide in tutta Italia. Per questo motivo si rende necessario un riordino normativo del settore che consenta di tornare verso una maggiore centralità di decisione per uniformare le regole su tutto il territorio nazionale per quel che riguarda orari, distanziamenti dei punti gioco da luoghi sensibili e tutti gli altri aspetti previsti dalle varie normative». Lo ha detto Francesco Durante, AD di Sisal, in un'intervista a Repubblica Affari e Finanza. «La ripartenza del settore dei giochi, che ha iniziato a tornare alla normalità a partire da fine maggio con il progressivo ritorno di molte regioni in zona bianca, dipenderà anche dalle decisioni prese sul fronte normativo. Per recuperare il -33% fatto registrare nell'anno del Covid ci vorrà però del tempo», ha spiegato.
Come in molti altri settori, anche in quello dei giochi le speranze di una rapida ripartenza sono legate al digitale: «Siamo i leader in Italia per quel che riguarda il digitale e intendiamo proseguire su questa strada», ha spiegato Durante. «Gli altri due pilastri della nostra strategia di crescita oltre al digitale sono la sostenibilità e l'internazionalizzazione».  Sisal è oggi presente in tre mercati esteri, Marocco, Spagna e Turchia, e altri si aggiungeranno nei prossimi mesi. «A breve entreremo anche nel mercato tedesco dei giochi online. Mentre ad aprile abbiamo annunciato la partecipazione al bando di gara per la gestione della Uk National Lottery, la più importante lotteria al mondo; l'esito della gara sarà annunciato alla fine del 2021». Per quel che riguarda la sostenibilità, «siamo da tempo impegnati in iniziative per diminuire sempre di più il numero dei giocatori problematici, promuovere il gioco responsabile e aiutare i giocatori a distinguere quello legale da quello illegale. Il nostro è un settore particolarmente sensibile che richiede un grande impegno anche sul fronte sociale da parte degli operatori che devono collaborare attivamente con le istituzioni; la recente ricerca condotta da Luiss Business School e Ipsos ne ha messo in luce l'urgenza», conclude.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password