Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 11/08/2022 alle ore 20:39

Attualità e Politica

06/06/2022 | 16:10

Progetto Legalità e Merito, due borse di studio offerte da Lottomatica. Angelozzi (Ad): "Siamo orgogliosi dei risultati che vediamo arrivare"

facebook twitter pinterest
Progetto Legalità Merito borse studio Lottomatica Angelozzi Ad

ROMA - «Il progetto Legalità e Merito fa riferimento, già nel nome, a due dei valori fondamentali che sono parte essenziale del nostro DNA aziendale. Due bussole che orientano le nostre scelte aziendali in ogni contesto e situazione e, per questo, siamo stati felici quando la Professoressa Severino ci ha offerto la possibilità di far parte di questo importante e ambizioso progetto. Oggi siamo orgogliosi dei risultati che vediamo arrivare». È il messaggio dell’amministratore delegato di Lottomatica Guglielmo Angelozzi, in occasione della cerimonia conclusiva della quinta edizione dell'iniziativa, promossa dalla Luiss Guido Carli e nata da un’idea della Vicepresidente dell’università, Paola Severino. «Premiare oggi le idee di legalità di questi ragazzi è un motivo di grande orgoglio per me e per tutta la comunità Luiss che celebra i risultati dei primi cinque anni di un progetto che ha dato vita ad una staffetta generazionale fatta di impegno civile, ascolto e dialogo tra giovani provenienti da mondi diversi ma accomunati dal desiderio di cambiare e di credere con fiducia in un futuro migliore, partendo dalla consapevolezza che rispetto delle regole e promozione del merito percorrono strade parallele», ha aggiunto Severino. 
Il progetto è stato sostenuto dal main partner Lottomatica che ha assegnato 2 borse di studio a chi sarà ammesso – con il miglior punteggio al test d’ammissione – alla frequenza di un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico della Luiss, a partire dall’anno accademico 2022-2023. All’edizione 2022 di Legalità e Merito hanno partecipato oltre 120 studentesse e studenti Luiss, guidati da 28 coordinatori tra assegnisti, dottorandi, ricercatori e tutor, che hanno interagito con 18 Istituti scolastici distribuiti su tutto il territorio nazionale, 5 IPM - Istituti Penali Minorili (Acireale, Bologna, Caltanissetta, Quartucciu e Torino) e, per la prima volta, 3 USSM - Uffici di Servizio Sociale per i Minorenni (Roma, Trieste e Palermo). Sono stati quattro quest’anno i progetti saliti sul podio: al primo posto, il progetto “Seguimi, io ti seguo”, video prodotto dai ragazzi dell’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni di Trieste che ha raccontato come lo sport sia stato per molti di loro la “Colonna” a cui appoggiarsi per ricostruirsi e ripartire, insieme. Secondi classificati, a pari merito, l’Istituto Penale per i Minorenni di Quartucciu, in provincia di Cagliari, con il video “La partita della legalità” – parola chiave “Rivalutare” – e l’Istituto di Istruzione Superiore "Raffaele Piria" di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria con “L’olio della legalità” – la cui parola d’ordine è stata “Radici”. Al terzo posto si è classificato l’Istituto di Istruzione Superiore "Leopoldo Pirelli" di Roma con il video “Soldi facili per problemi difficili" che ha lavorato sul concetto di “Riscatto”. Nel corso della cerimonia, l’ateneo ha premiato le studentesse e gli studenti delle classi terze e quarte partecipanti all’iniziativa con 22 borse di studio per le Luiss Summer School, le scuole estive di orientamento universitario. Per ciascun IPM e USSM coinvolto, invece, saranno organizzati specifici incontri di formazione, tenendo conto delle specificità di ogni istituto.
RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password