Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/02/2023 alle ore 12:33

Attualità e Politica

02/12/2022 | 14:15

Scommesse e match fixing, Giss: nelle ultime tre stagioni il 60% delle segnalazioni arriva da competizioni estere

facebook twitter pinterest
Scommesse e match fixing Giss: nelle ultime tre stagioni il 60 delle segnalazioni arriva da competizioni estere

ROMA - Nelle ultime tre stagioni sportive, il 60% delle segnalazioni di scommesse anomale complessivamente pervenute al Gruppo investigativo scommesse sportive (Giss) hanno riguardato competizioni sportive estere. È quanto emerge al termine della riunione odierna presso la Direzione centrale della polizia criminale, presieduta dal direttore del servizio analisi criminale, dirigente superiore della polizia, dottor Stefano Delfini, coordinatore dell'organismo, alla quale hanno partecipato rappresentanti della polizia, dell'Arma dei carabinieri, della guardia di finanza, della Direzione investigativa antimafia e del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia. Dai dati illustrati oggi emerge che, in particolare, sono relativi ad incontri esteri il 61% delle segnalazioni riferite alla stagione 2019/2020, il 69% di quelle riferite alla stagione 2020/2021 e il 47% delle segnalazioni pervenute nell'ultima stagione.  
Alla riunione ha partecipato anche personale dell'Interpol Match-Fixing task force di Lione (Francia), per condividere importanti iniziative di prevenzione in ambito internazionale. In particolare, le forze di polizia italiane saranno protagoniste di un'operazione, che coinvolge 24 Paesi su scala globale, concentrata sulle scommesse illegali connesse agli eventi calcistici di grande rilevanza nell'ambito dei Mondiali di calcio Qatar 2022.    L'incontro ha evidenziato come lo sport costituisca uno strumento di promozione dei valori dell'integrity che è indispensabile veicolare alle giovani generazioni. In questa prospettiva sono state pianificate progettualità di sensibilizzazione che coinvolgeranno quali testimonial giovani sportivi, anche delle forze di polizia.
RED/Agipro

Foto credits Fanny Schertzer CC BY-SA 3.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password