Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 03/02/2023 alle ore 08:50

Attualità e Politica

01/12/2022 | 17:55

Tassa 500 milioni, nuovo capitolo in Consiglio di Stato: norma ingiustificata per i concessionari, secondo Adm incidenza marginale sui ricavi

facebook twitter pinterest
Tassa 500 milioni nuovo capitolo in Consiglio di Stato: norma ingiustificata per i concessionari secondo Adm incidenza marginale sui ricavi

ROMA - Ultimo atto in Consiglio di Stato per la tassa da 500 milioni, tornata oggi a Palazzo dopo la pronuncia della Corte Ue. Nell'udienza di oggi, nuovo appuntamento di un lunghissimo iter giudiziario, i concessionari di slot e videolottery sono tornati a sostenere l'illegittimità della norma introdotta dalla legge di stabilità 2015 per la filiera degli apparecchi. La discussione odierna chiude il cerchio dopo la pronuncia dei giudici comunitari, che lo scorso settembre avevano manifestato dubbi sull'extra addizionale. In particolare, la Corte Ue ha sottolineato che una simile norma non può essere fondata «esclusivamente su considerazioni attinenti al miglioramento delle finanze pubbliche»; sussistono inoltre dubbi riguardo l'impatto sulla redditività e gli investimenti dei concessionari. Proprio quest'ultimo punto è stato al centro dell'udienza davanti al Collegio della Quarta sezione: le società di gioco hanno ribadito che la tassa era sproporzionata e mirava a colpire esclusivamente il settore degli apparecchi, senza essere giustificata da alcun interesse generale. L'Avvocatura di stato ha invece sostenuto ancora una volta come l'incidenza della tassa sia marginale sui concessionari, e che l'onere, con incassi e volumi di gioco, risultava “assolutamente sopportabile”. Inoltre, la tassa sarebbe servita a disincentivare determinati investimenti ed evitare intrusioni della criminalità organizzata. Dopo l'udienza odierna, il Collegio valuterà anche un nuovo rinvio alla Corte Costituzionale; la decisione dei giudici è attesa nei prossimi due mesi.

RED/Agipro

Foto credits wp paarz/Flickr CC BY-SA 2.0

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password