Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/03/2024 alle ore 13:02

Estero

06/09/2023 | 15:40

Giochi, Filippine: membri del Pagcor coinvolti nella presunta sparizione di un performance bond da 1,2 milioni di euro

facebook twitter pinterest
Giochi Filippine membri Pagcor coinvolti presunta sparizione performance bond

ROMA – Nelle Filippine sta tenendo banco il caso delle accuse rivolte al presidente di Pagcor, Alejandro Tengco, e ad altri ex membri del regolatore per la presunta sparizione di un performance bond dal valore di circa 1,2 milioni di euro emesso da una compagnia e-sabong. Come riporta iGamingBusiness, le accuse sarebbero state mosse da Joaquin Sy, presidente della Kamura Highlands Gaming and Holdings, società che opera tramite licenza di Pagcor nel campo delle scommesse sui combattimenti di galli. 

La presunta sparizione del bond risalirebbe a luglio 2022, e tra le accuse rientrano la malversazione di fondi pubblici, furto qualificato e falsificazione di documenti privati e commerciali in presenza del Difensore Civico. Sy ha dichiarato di aver emesso il bond presso l’ufficio di Pagcor a Manila, con tanto di regolare ricevuta e altri documenti che attestavano l’avvenuta operazione. Il problema è nato quando l’allora presidente Duterte ha deciso di interrompere le operazioni e-sabong. Sy ha dichiarato di aver chiesto più volte di ritirare il bond, fino allo scorso 10 luglio, senza ricevere mai risposta. 

Tengco, che ha assunto il ruolo di presidente di Pagcor ad agosto 2022, quindi successivamente all’evento in questione, tramite una nota del regolatore ha così commentato la vicenda: “Nonostante ci sembri strano di essere coinvolti nelle accuse, metteremo comunque in atto un’investigazione interna per chiarire cosa è successo davvero e assicurare i responsabili alla giustizia se verrà riscontrata qualche anomalia. Stiamo cercando di ricostruire gli eventi – ha continuato Tengco -, dato che il dipartimento coinvolto, l’E-Sabong Licensing Department, è già stato dismesso. Il mio successore Duterte aveva bandito l’e-sabong nel maggio 2022 e le persone del dipartimento sono state ricollocate in altre unità”. 

AB/Agipro

Foto credits Pqsels CC0 1.0 Universal

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password