Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 25/02/2024 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

18/12/2023 | 08:30

Ippica, all’Ippodromo Snai La Maura di Milano si conferma Fonzie Mabel nel Premio Docena, mentre Capitano Pi centra il ‘Trofeo Obiettivo Casa’

facebook twitter pinterest
ALL’IPPODROMO SNAI LA MAURA DI MILANO SI CONFERMA FONZIE MABEL NEL PREMIO DOCENA MENTRE CAPITANO PI CENTRA IL ‘TROFEO OBIETTIVO CASA’

ROMA - All’’Ippodromo Snai La Maura di Milano è stata una bella domenica di trotto con in evidenza, oltre a tre prove condizionate e il trotto montato, anche le due batterie e la finalissima dell’ormai consueto appuntamento invernale con il ‘Trofeo Obiettivo Casa’ sponsorizzato da Fabio Marchino, Gentleman proprietario dell’omonima scuderia. Ma andiamo per ordine partendo dalle due corse per la generazione più giovane e, in particolare, dal Premio Docena, che ha visto la splendida conferma di Fonzie Mabel: reduce dalla vittoria torinese in percorso d’avanguardia, molto appoggiato dagli scommettitori, il figlio di Robert Bi guidato e allenato a Andrea Guzzinati si impegnava in un percorso in costruzione piegando la resistenza del battistrada Farfuglia Gnafà per svettare sicuro in retta, a media di 1.16.4, mai avvicinato dai rivali nonostante il percorso gravoso. Secondo successo in tre uscite per un soggetto che ha cancellato brillantemente l’errore marcato al debutto dimostrandosi molto professionale e che dovrebbe avere ancora margini notevoli. Frenzis Dance trovava l’opposizione al via di Farfuglia Gnafà, ripiegava in seconda posizione, ai 400 finali riusciva a liberarsi e chiudeva chiaro secondo su Ojay Vs. In una giornata sostanzialmente favorevole alla punta, la nota stonata l’ha fornita Follia D’Esi, giocatissima nel Premio Ravel Ek, sui 2250 metri: la cavalla di Mauro Baroncini andava in testa, poteva graduare ma dopo un chilometro in 1.19 appariva poco reattiva sul pressing di Fly Away Gar prima di calare nettamente sul penultimo rettilineo a traguardo lontano. Fly Away Gar faceva così un figurone: all’allievo di Erik Bondo guidato da Santo Mollo si impegnava all’esterno, bastava piagare sull’acceleratore per passare ad un giro dalla fine, ma poi allungava sicuro per dominare a media di 1.16 sui 2250 metri. Fastday Prav e Face To Face Effe scavalcavano la spenta Follia D’Esi sul penultimo rettilineo e seguivano a intervallo il vincitore. Ed ora arriviamo al ‘Trofeo Obiettivo Casa’: dopo un paio di prestazioni non del tutto convincenti, Capitano Pi tornava a fornire rendimento all’altezza dei suoi standard e si imponeva da cavallo superiore prima in batteria e poi in finale, regalando a Otello Zorzetto la vittoria nella manifestazione a stretto giro di posta dal successo ottenuto sabato a Bologna. In batteria, il cavallo di Fausto Barelli si impegnava all’esterno scoperto domando nel finale la battistrada Zingrid Bigi a media di 1.13.8, con Zeno Tab e Vico del Ronco ad occupare le restanti piazze. Nella seconda batteria era il tedesco River Flow con Marco Castaldo in sulky a spuntarla, a media di 1.15.6, agevolato anche dall’errore improvviso del battistrada Bolt Tav sull’ultima curva: l’allievo di Robert Gramuller si ritrovava in testa e in retta, pur senza staccare, teneva a distanza di sicurezza il controfavorito Cristal Joyeuse, mentre Zerouno Mmg finiva bene in retta rimontando per il terzo posto Vortice Op. In finale il tedesco ci riprovava sfilando in testa dopo 400 metri e completando un chilometro in 1.17.7, ma nei 400 finali la progressione di Capitano Pi non gli lasciava scampo: il portacolori della signora Filomena Calesso si imponeva a media di 1.14.9, mentre River Flow era battuto anche per il secondo posto dall’appostata Zingrid Bigi, finita bene dopo corsa di rimessa.

Cavalli di 4 anni a confronto sui 1650 metri nel Premio Pioppo del Sile, dove D’Annunzio Fi confermava di essere sulla strada del pieno recupero ritrovando la via della vittoria: dalla terza pariglia, il cavallo di Mauro Baroncini guidato da Marco Stefani scattava sul penultimo rettilineo, aggrediva Dobar D’Aghi (che al km si era sbarazzato del labile battistrada Doraimon) e in retta passava per chiudere a media di 1.14.7 controllando i finali incisivi di Delise Tc e Dragone, mentre Dobar D’Aghi accusava la fatica in retta e chiudeva solo quarto. Andava peggio al giocato Dardo Bargal per il quale la scelta di lasciare strada al compagno di scuderia Doraimon si rivelava deleteria perché l’allievo di Gaetano Carro subiva il calo a traguardo lontano dell’alleato e poi sbagliava sull’ultima curva, quando però era ormai fuori dai giochi. Nel Premio Livio del Pri, l’invito al trotto montato, si esibiva in una perfetta ‘fuga per la vittoria’ Cicerone Jet che Giorgio Cassani sfruttando la buona posizione al primo nastro, proiettava al comando sull’errore di Cristalda Col: il cavallo di Francesco Tufano imponeva ritmo selettivo che tagliava le gambe agli inseguitori e centrava una netta affermazione a media di 1.16.2. Amore Stecca si impegnava all’esterno ma accusava la fatica in retta: anche Silverado Lux (che era stato il più veloce nella giravolta) non riusciva mai ad avvicinare il vincitore e sul palo era acciuffato da Troublemaker per il secondo posto ma salvava almeno il terzo da Zanza Franck (finito molto forte). Le prossime riunioni di questo mese all’Ippodromo Snai La Maura di Milano sono programmate per mercoledì 20 con il TQQ e la Corsa delle Stelle in cui il ruolo di gentlemen in sediolo sono interpretati da personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport e della politica; poi il calendario continua con domenica 24 e venerdì 29. 

RED/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippicA betflag MILANO PER IL GRAN PREMIO ENCAT

Ippica, Betflag: a Milano si corre il Gran Premio Encat

22/02/2024 | 12:30 ROMA - Milano campo principale della domenica. Va infatti in scena il Gran Premio Encat (euro 35.200, metri 2250), Gruppo III riservato ai free for all, i trottatori anziani. Sono in otto dietro le ali dell'autostart. E' una...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password