Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 24/02/2024 alle ore 20:45

Ippica & equitazione

30/10/2023 | 11:15

Ippica, all’Ippodromo Snai La Maura Vivid Wise As si conferma campione assoluto vincendo il Gran Premio delle Nazioni per la terza volta consecutiva

facebook twitter pinterest
ALL’IPPODROMO SNAI LA MAURA VIVID WISE AS SI CONFERMA CAMPIONE ASSOLUTO VINCENDO IL GRAN PREMIO DELLE NAZIONI PER LA TERZA VOLTA CONSECUTIVA

Nel mondo dello sport ci sono campioni e fuoriclasse. Vivid Wise As appartiene a questa seconda categoria, non vi sono dubbi, e lo testimonia una carriera straordinaria che lo vede primeggiare sin da gioventù. Al suo straordinario palmares il portacolori della scuderia Bivans ha aggiunto un altro record questa domenica 29 ottobre sul circuito dell’Ippodromo Snai La Maura di Milano centrando per il terzo anno di fila il Gran Premio Nazioni – Memorial Edoardo Gubellini. E dire che l’edizione 2023 del Gruppo 1 Internazionale si presentava davvero di grande livello, ma Vivid Wise As non ha ammesso interferenze nel suo cammino verso la leggenda: ha conquistato la testa e in retta si è staccato imperioso, trottando i 2250 metri a media di 1.13.4, con Matthieu Abrivard in sediolo e già in bella posa per i fotografi a metà retta con il risultato ormai messo in cassaforte. Poco da aggiungere sul conto di un cavallo che non finisce di stupire e che è un orgoglio per l’allevamento italiano. Go On Boy ha fatto la sua figura, confermando la forma di questa stagione per lui eccellente: si è impegnato al largo del battistrada, poi in retta ha dovuto accettare la superiorità del vincitore ma ha chiuso ancora secondo. Heliade du Goutier ha completato il podio precedendo Capital Mail, Cokstile è terminato al quinto posto davanti a Charmant de Zack, sul quale comunque Alessandro Gocciadoro aveva di che gioire per l’impresa dell’altro suo allievo. Lo stimato Frank Gio prosegue sicuro il suo percorso di crescita aggiudicandosi il Premio Princess Grif, per cavalli di 2 anni sui 2250 metri, terza vittoria in altrettante uscite: terzo dal via, il figlio di Face Time Bourbon si è adeguato tranquillo allo svolgimento tattico (primo km percorso da Fuoco degli Dei in 1.19) e alla ‘marcatura’ di Febbraio (secondo dal via), e quando al mezzo giro finale ha deciso di rompere gli indugi, il portacolori della Bivans (ma appartenente ad un consorzio di quasi cinquanta proprietari) ha chiuso in breve la partita isolandosi a media di 1.16.2. Vittoria semplice per un soggetto per il quale è lecito sognare in grande e che sarà interessante seguire in contesti più complessi. Fuoco degli Dei ha potuto poco sull’attacco del vincitore ma ha conservato il secondo posto su Febbraio. Nel Premio Daddy di Jesolo, la prova riservata ai gentlemen in sediolo a cavalli di categoria D/E sui 1650 metri, rispettava il ruolo di favorito Voltaire Gifont: secondo dal via, il cavallo affidato a Filippo Monti trovava il varco all’ingresso in retta e non aveva difficoltà a disporre, a media di 1.14.1, di Zimmy Cub, che aveva provato a giocarsela al comando relegando all’esterno Cherie Vit, poi in crisi sull’ultima curva. Zimmy Cub salvava il secondo posto da Zef, che però veniva distanziato per un danneggiamento a Brigitte Roc, di cui usufruiva Bel Gnaro Lucy. Il Premio intitolato al compianto Roberto Andreghetti e riservato a cavalli di 4 anni non ha riservato sorprese: Doctor Caf onorava il ruolo di favorito sfruttando la posizione allo start e la forma al diapason per centrare il quarto successo consecutivo. L’allievo di Fausto Barelli da qualche mese sembra aver raggiunto la piena maturazione: con Pietro Gubellini in regia, dopo aver cincischiato per i primi 1600 metri in 2.04, piazzava un ultimo chilometro in 1.10.9 con il quale spaziava in retta, a media di 1.15.5. Davvero uno spettacolo a vedersi. Chiamato a rendere 40 metri, Desiderio D’Esi provava la risalita all’esterno a 1200 metri dall’arrivo ma sui ritmi ‘tagliagambe’ dell’ultimo giro doveva alzare bandiera bianca al termine della curva finale. Sul podio terminavano così Danubio e Perfecto, dopo corsa giudiziosa. Cavalli di 3 anni a confronto sul miglio nel Premio Cokstile: in una corsa condotta a gran ritmo da Egon Ferm, costretta a spendere per superare Enchanté Bi e costretta a ‘pedalare’ avendo sul collo il fiato di Ermes Caf, il finale premiava le attendiste e si risolveva in un trionfo per la scuderia Sant’Eusebio, con Emah Roc che con il preparatore Filippo Rocca proponeva le battute migliori in retta e svettava a media di 1.13.4 e con Eclisse Roc che faceva da valletta all’alleata. Finale travolgente, quella della figlia di Conway Hall che già in sgambatura aveva rubato l’occhio. Terzo posto per Elenoire Grif. Altra cavalla in forma smagliante è Denia, e l’allieva del Trecate Team lo ha ribadito nel Premio Marielles, la prova sul miglio per femmine di 4 anni sui 1650 metri: nonostante la spesa iniziale per rientrare al via alle rivali e un chilometro veloce a media di 1.12.8, la figlia di Royal Dream con Santo Mollo ai comandi non ha conosciuto flessioni, rendendosi intangibile e chiudendo a media di 1.12.6. Una Dalila Bar in ripresa ha capeggiato le battute precedendo Damisela, che dopo avvio cauto si è impegnata all’esterno avvicinando la compagna di training che però, nonostante l'aiutino ha controllato senza problemi in retta. Il Premio Moses Rob vedeva cavalli di categoria B/C in un invito sui 1650 metri: vincere e convincere era l’obiettivo di Birba Caf nella nuova versione ‘Fausto Bareli’: missione perfettamente riuscita per la figlia di Orlando Vici, che sfilava in breve su Cannes dei Greppi e poi faceva corsa per proprio conto, con un chilometro in 1.12.1, aumentando progressivamente il vantaggio sul resto del gruppo, tagliando il traguardo a media di 1.11.8. Ottima impressione, anche se il contesto, naturalmente era abbordabile per una cavalla che in gioventù era stata una delle migliori femmine della sua generazione. Alle piazze Coltwine di Casei e Coffee Time Bi. 

RED/Agipro 

Foto credits: Dena-Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

ippicA betflag MILANO PER IL GRAN PREMIO ENCAT

Ippica, Betflag: a Milano si corre il Gran Premio Encat

22/02/2024 | 12:30 ROMA - Milano campo principale della domenica. Va infatti in scena il Gran Premio Encat (euro 35.200, metri 2250), Gruppo III riservato ai free for all, i trottatori anziani. Sono in otto dietro le ali dell'autostart. E' una...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password