Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 02/10/2022 alle ore 17:19

Ippica & equitazione

05/09/2022 | 08:48

Ippica, Cesena: Cokstile vince un'edizione straordinaria dell'Europeo

facebook twitter pinterest
Ippica Cesena Cokstile Europeo

ROMA - 

La magica serata del Savio ha accolto un folto pubblico sin dalle prime battute di un convegno che regalava uno dei Campionati Europei più equilibrati degli ultimi tre lustri di storia, con team agguerriti in pista a ranghi compatti ed un corollario tecnico di primo piano durante il corso della serata. Il risultato finale ha dell'incredibile, come è incredibile, straordinario, unico, che un affermato driver sia sfidato dal suo erede nel race off dell'88simo Campionato Europeo di Cesena sponsorizzato da Orogel. La Race Off è cronaca e tecnica, agonismo e tattica ma questo race off è stato molto di più nonostante la mancanza del betting, per l'appartenenza dei due finalisti alla medesima franchigia, con Usain Toll e Carmine Piscuoglio all'avanguardia ed "Enzo" e Cokstile subito in pressing, parziali siderali per i due sino alla curva finale al termine della quale Cokstile passava per la gioia di Vp al suo primo Europeo dopo numerosi tentativi e molti piazzamenti, ed il ragguaglio di 1.11.2 a raccontare di un vero match.

 

La prima delle due prove del Campionato era posta alla quinta corsa, miglio che eleggeva a favorito il campione uscente Vernissage Grif, poco convincente il 15 agosto a Montecatini ma preferito comunque al campione Zacon Gio e a Usain Toll. Partenza al fulmicotone e subito lotta tra Usain Toll allo steccato e Zacon Gio al suo esterno, con l'allievo di Carmine Piscuoglio deciso a mantener il controllo delle operazioni respingendo il rivale al cui interno si incuneavano Vitruvio e Vernissage Grif, il quale spostava al largo mettendo graduale pressione sul leader. A 400 dal palo l'errore di Vernissage che creava scompiglio tra le seconde linee, il crollo di Vitruvio e lo scatto di Cokstile, unico ad avvicinare il compagno di colori per una doppietta della scuderia Santese ed un inedito e suggestivo uno due tra figlio, Carmine e babbo, Vincenzo con Global Trustworthy inaspettato terzo, il ragguaglio di 1.12.2, frutto di un paio di parziali di tutto comodo messi in campo dal vincitore. La finale che non t'immagini, ma che in sede di sorteggio magari auspicavi, è divenuta realtà al termine della seconda prova, dove un Vernissage Grif impalpabile ha deposto la corona ed è stato ancora il team Santese a gioire con Cokstile preminente dopo un sontuoso percorso esterno a scardinare le resistenze di un labile Diamanten solo ai margini arrivo dove un incredibile Zacon Gio ha conquistato la piazza d'onore sul carneade Generaal Bianco, con la media di 1.11.6 ad offrire a Cokstile il diritto di scelta del numero nel race off.

Prologo interlocutorio riservato a due anni, campo scarno per la distanza dallo scarso appeal che invece lo stimato Ector Francis ha sembrato gradire assumendo l'iniziativa respingendo i reiterati attacchi di Ecate Sl per poi staccare nelle mani di Andrea Farolfi in 1.17.7 davanti all'avversaria dichiarata e a Elena Serf's, poi, miglio in rosa per leva 2018 che ha il successo anch'esso dopo percorso di testa di Celiaz e Roberto Vecchione che in 1.14.8 hanno tenuto a debito rispetto una coraggiosa Chery e l'appostata Cherie Effe. Spazio ai gentlemen per un arrivo al fulmicotone che visto emergere di precisione un ritrovato Beethoven Grif e l'esperto Massimo De Luca che in open stretch hanno avuto ragione del grintoso movimentatore Brayan Tor e della iniziale battistrada Butterfly Horse, con il vincitore assurto al nuovo limite sulla breve distanza in 1.14.2. Nastri e doppio chilometro alla quarta corsa, tre anni dalle ambizioni classiche in pista e convincente primo piano per un nuovo allievo del team Gocciadoro, il fighter Domingo Bar dominatore in 1.14.8 partendo dal secondo schieramento davanti ad una trascurata Dea Alter e a Dioniso. Prosieguo con i miler anziani e con uno striminzito quanto qualitativo campo partenti reso ancora più scarno dalle rotture di Giveitsgasandgo e Zaffiro Como, con il "classico" Aramis Ek a regalare in 1.13.8 il secondo successo serale ad Alessandro Gocciadoro mentre il decaduto Derby winner Zlatan ha conquistato il secondo posto su Vacanza Jet . Duemila metri con vista sul Continentale alla nona corsa, assolo per Catullo Jet in una sfida dalle incomprensibili scelte tattiche da parte di alcuni concorrenti con Chanel dei Veltri al secondo posto sul rientrante Candido Jet, il tutto in 1.13.7 ed alla decima, entusiasmo alle stelle in dirittura per il match tra il battistrada Achille Blv e l'arrembante Akela Pal Ferm, Enrico Bellei contro il suo erede Antonio Di Nardo e vittoria in 1.11.3 per il top driver toscano sul collega campano, per la griffe sicula del signor Giannusa.

RED/Agipro

Foto: ph Luigi Rega - Hippogroup

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password