Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 27/01/2023 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

03/01/2023 | 16:16

Ippica, all'Ippodromo Snai La Maura si torna in pista il 5 gennaio col Premio Algiers Hall

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai La Maura Premio Algiers Hall

ROMA - – La prima riunione di corse di trotto del nuovo anno all'Ippodromo Snai La Maura di Milano è in programma questo giovedì 5 gennaio a partire dalle ore 12:45 con sette prove. Tra queste la più importante è il Premio Algiers Hall, in chiusura di pomeriggio, valido come Handicap sulla distanza di 2700 metri per i cavalli di 4 anni in cui i vincitori fino a 20.000 euro cercheranno di sfruttare un nastro di vantaggio rispetto ai non vincitori di 40.000 in carriera. Interessante anche il Premio American Winner (5^ corsa), anche in questo caso una prova ad handicap sui 2700 metri riservata ai cavalli anziani. Ma vediamo nel dettaglio l'intera 1^ giornata del 2023. Apertura di riunione con il Premio Astro Hall, un'affollata condizionata per tre anni non vincitori di 1.000 euro in carriera. Enchanté Bigi ha sbagliato al debutto a metà dell’ultima curva quando era secondo in corda offrendo la sensazione di avere parecchio da spendere e visto, il contesto fluido, resta il favorito. Enterprise Gar vale molto di quanto ottenuto fino ad ora, mentre Elton di Poggio ha sbagliato nelle due occasioni, ma i mezzi potrebbero bilanciare la scomoda collocazione. Eberard Truppo è da attendere in progresso dopo un debutto “normale” e riveste, con il debuttante Eolo Wise L ed Elnath, il ruolo di sorpresa. Eland, discreto terzo a Treviso, e Eridan, fino ad ora condizionato dall’errore, possono ribaltare le aspettative. Nella seconda corsa, valida come Premio Deadmans Curve, con protagonisti gli anziani a reclamare a 10.000 euro affidati alle mani dei Gentlemen, CeciliaGallerani è forte di tre vittorie nelle ultime quattro uscite mostrando rapidità al via e buoni parziali; sicuramente si fa preferire a Bacco Bachò altro cavallo velocissimo al via valido all’ultima. Zagor Mtt, a segno alla penultima in handicap sui 2000 metri, punta al bersaglio grosso. Tajari, finito in linea con Bacco di recente e al top della forma, riveste con Vortice Op e All About Bi che abbassa il rito rispetto alle ultime uscite ruolo di sorpresa. Condizionata per tre anni non vincitori di 4.000 euro in carriera per la terza uscita per il Premio Say Your Prayers. Epic Bi ha vinto al debutto alla media di 1.15.4 e si propone subito per il bis. Egon Ferm, sfortunato nello svolgimento all’ultima uscita, è una seria alternativa al pari di Ear Da e Entry Roc regolari e in costante ascesa in occasione delle varie apparizioni. Ermar di Gio cercherà di ovviare alla collocazione esterna con la rapidità al via. Evandro Degli Dei presentato da Alessandro Gocciadoro ha sbagliato nelle due corse disputate ma merita la massima attenzione. Ethos dj Lux buon secondo all’ultima e il regolare Elton rivestono ruolo di sorpresa.

Ancora una condizionata, questa volta per i cavalli anziani di 5 e 6 anni non vincitori di 45.000 euro in carriera per il Premio American Wish. Capoclasse Italia ha dato forfait nel Gran Premio di Taranto ma in precedenza ha vinto proprio sulla pista alla media di 1.11.4 prestazione che si commenta da sola e gli vale ruolo di favorito evidente. Della coppia di Lorenzo Baldi formata da Cagliostro e Compilation il numero di orienta verso il primo che riveste con Capovento Pax e Cerbero Trebì ruolo di alternativa. I due sei anni hanno in Batman Ross da attendere in netta crescita dopo la lunga assenza e la corsa dì rientro il punto di forza. Bitols Spritz nonostante i mezzi dovrà superarsi. Alla quinta prova il Premio America Winner, l’handicap sui 2700 metri questa volta riservato agli anziani con Betta Indal e Velodrome, appartenenti alla categoria D, che cercheranno di recuperare i 20 metri di penalità agli appartenenti alla categoria E. Proprio tra questi, ed in particolare tra i neo anziani, troviamo le basi del pronostico: Catman di Celle, nonostante l’assenza dalle piste dalla metà di novembre, ha i mezzi e l’adattabilità a schema e distanza per centrare il successo. Anche Cardoso non corre da un paio di mesi, ma si presenta con tre primi a seguire che fanno la scontata alternativa. Coltwine Di Casei sembra una piazzata di ferro con licenza di vincere mentre il compagno di training Cocis Mp evitando svarioni può sorprendere. Boccadamo, e la citata penalizzata Betta Indal, hanno i mezzi per centrare il podio. Dopo la corsa la Prova di Riqualifica dei 5 anni ed oltre (col tempo richiesto di 1’18”5). Alla penultima uscita del programma, per il Premio Virgo, i cavalli di 4 anni si sfidano per una reclamare per 12.000 euro alle prese sui 1650 metri. Doralice ha collocazione poco favorevole ma ha già battuto degli odierni rivali e supportata da forma al top come indicano vittorie e piazzamenti in serie ne fanno la cavalla da battere. Diablo Roc è stato tolto dall’ordine d’arrivo a corsa vinta all’ultima causa ambio, ma la prestazione in meno di due minuti resta e ne fa l’alternativa principale. Doha Ek ha un buon numero utile ad allungare la striscia positiva. Damaris Grif la scorsa settimana ha messo in mostra velocità e parziale, doti utili a farne un bel piazzato. Sorpresa da evidenziare Dursamore Sm condizionata dall’errore, l’arroccato in corda e sempre positivo Don Toni Jet, il duttile Dj Dei Veltri e l’ospite Daisy Grif. Dopo la corsa è in programma la Prova Pubblica. Infine, come già accennato, la 1^ giornata del 2023 all’Ippodromo Snai La Maura di Milano si chiude con la prova più interessante, il Premio Algiers Hall, ovvero l'handicap sui 2700 metri valida per i cavalli di 4 anni in cui i vincitori fino a 20.000 euro cercheranno di sfruttare un nastro di vantaggio rispetto ai non vincitori di 40.000 in carriera. L’attenzione è rivolta proprio ai penalizzati con al via diversi prospetti che si sono già affacciati nel circuito classico come i due allievi di casa Gocciadoro: Denzel Washington, vincitore della Consolazione del Derby, e Dana Ek, a segno anch’essa in una Consolazione quella delle Oaks. Entrambi, però, da verificare nello schema. Il passista Dingo, al contrario, si trova a nozze sulla distanza e prenota l’ennesimo risultato positivo figlio di grinta e costanza. Duca As e Daytona Di Cecco sono giunti primo e seconda in un contesto identico, prestazione che ne certifica adattabilità e ambizioni. Dei quattro cavalli al via allo start il solo Danubio sembra in grado di poter ambire ad un risultato di primo piano. Prossimo appuntamento è per domenica 8 gennaio con la 2^ giornata. 

RED/Agipro

Foto: Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password