Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 19/05/2024 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

03/05/2023 | 19:00

Ippica, Ippodromo Snai San Siro: il Premio Po va a Closer Look; vittorie di Strong Hunter nel Premio Lodi Vecchio, di Beau Shadow nel San Giorgio e di Miss Profile nel Premio BBag

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro Premio Po Closer Look Strong Hunter Premio Lodi Vecchio Beau Shadow San Giorgio Miss Profile Premio BBag

ROMA - All’Ippodromo Snai San Siro di Milano un bel mercoledì di corse per la 10^ giornata stagionale di galoppo. Tra le sette prove del programma spiccavano le tre condizionate di alto livello tecnico, ma la nostra cronaca parte dal fondo, ovvero dall’ultima corsa, il Premio Po, l’Handicap Limitato sui 1.400 metri in dirittura per i cavalli anziani: corsa ultra spettacolare in cui alla fin fine l’ha spuntata Closer Look, che filtrava all’interno della fuggitiva Majestic Teejan per chiudere i conti con perentorietà, con lo stesso The King’s Horses che rimaneva sempre in quota finendo terzo molto vicino. I tre si staccavano ai 150 finali, mentre Schiele aveva ragione degli altri per il quarto posto.

Nelle tre condizionate classiche di preparazione per i 3 anni, molto attese e tutte ben frequentate, partiamo con il Premio Lodi Vecchio, che avrebbe potuto essere l’ultima chiamata per il Derby. Non sarà così però, perché a colpire duro è stato il sorprendente Strong Hunter, fregiandosi dello scalpo dell’attesissimo Arabian Legend, finito secondo al fotofinish senza troppe recriminazioni, perché la battaglia che si è sviluppata è stata onesta e selettiva; uno Strong Hunter adattissimo alla distanza, come aveva già suggerito nel Clerici, che sta crescendo di corsa in corsa e che potrà avere nell’Italia sul miglio e mezzo il suo approdo naturale.

La vigilia era molto più incerta tra i cavalli velocisti del Premio San Giorgio, corsa partita al secondo tentativo dopo una prima partenza richiamata: cosa che non innervosiva nessuno, e soprattutto non innervosiva il vincitore, Beau Shadow, che anzi, concedeva il bis dopo aver fatto già centro nel Premio dei Laghi, tenendo botta alla penalità al peso e tenendo botta agli attacchi di Rough Rustic ed Enta Omry, finiti forte e in linea, a precedere a loro volta Padre Daniele e Charme De Chat, tutti molto vicini. Per Beau Shadow il Tudini a questo punto è un’opzione quanto mai possibile.

C’è stata poi la prova per le femmine sui 1.400 metri in vista del Nogara, per il Premio BBag, che ha fatto emergere una super Miss Profile, a segno con il passo e la caratura giusta per andare dritta verso la listed. Una prestazione in progresso che sanciva il miglioramento che già aveva marcato in occasione della sua vittoriosa maiden, e a questo punto se sono rose, fioriranno. Seconda una New Collection che ha fatto il suo dovere dimostrando di tenere la distanza, con Too Clever a completare il podio.

I 3 anni avevano a disposizione anche un paio di maiden, particolarmente interessanti nonostante la collocazione stagionale, soprattutto quella sui 2.200 metri per il Premio Scuderia Andy Capp: qui c’era una grandissima attesa per l’ex francese Cusano che, in effetti, ha corso molto bene con un allungo importante, ma solo per il secondo posto però, perché a quel punto Spirit Horse se n’era già andato, scappando in anticipo dopo essere rimasto in corda nella scia del battistrada; gran successo per un elemento in chiara fase ascendente.

Le buone notizie non finiscono qui, perché al terzo giungeva il qualitativo debuttante Alpha Source, assolutamente da seguire per le prossime. Nella prova sul miglio in apertura di giornata, per il Premio Scuderia Briantea, il favorito Zangiar non ha tradito le attese, ma se l’è dovuta sudare non poco, essendo stato impegnato in un severo testa a testa durato 300 metri contro il volitivo Tagetes, con i due che si staccavano nettamente dal resto del gruppo; buone notizie per entrambi, con il vincitore che è senza dubbio passibile di progressi ancora tutti da stabilire, e con il runner-up che prima o poi troverà la sua meritatissima giornata. Infine, rimane da raccontare della Seconda Eliminatoria del Circuito San Siro Classic, risolta bene da Nocciola, tornata al successo non appena è ritornata nella categoria in cui aveva già colpito un paio di volte in precedenza; buon secondo posto per un King Winker rivisto tonico, con Tiara terza a stretto contatto e Belted a prendersi il quarto posto utile per la qualificazione alla Finale. Prossimo appuntamento all’Ippodromo Snai San Siro di Milano sabato 6 maggio.

RED/Agipro

Foto credits: Foto Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password