Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/05/2024 alle ore 20:32

Ippica & equitazione

18/04/2024 | 08:30

Ippica: all’Ippodromo Snai San Siro mercoledì in “rosa” con Taany che fa suo il Premio Monza

facebook twitter pinterest
Ippica Ippodromo Snai San Siro mercoledì Taany Premio Monza

ROMA - In attesa della super domenica con le aste dei cavalli in allenamento dalla tarda mattinata e poi il programma di corse pomeridiano con il Premio Certosa e il Premio Emanuele Filiberto, oltre a tantissime attività di intrattenimento e di animazione per tutte la fasce d’età, l’Ippodromo Snai San Siro ha ospitato l’8^ giornata stagionale di galoppo del mercoledì che ha visto la prova più emergente nel Premio Monza, condizionata sulla distanza del doppio chilometro in pista grande riservata alle femmine di 4 anni ed oltre e che prepara al Premio Mezzanotte. A spuntarla è stata Taany tra le poche partenti ma buone, come giusto in questi casi, anche se era logico aspettarsi uno schema di corse piuttosto tattico, seppur la pacemaker Zola Sakura ha comunque galoppato in maniera dignitosa; nella progressione finale, anche con qualche cavallata di puro agonismo, ecco l’attesa rientrante Taany a mettere tutte d’accordo, aprendo così la sua carriera da anziana con un successo ben augurante per una stagione che vorrà vivere da protagonista. La concretissima The Dams ci provava con la consueta generosità, tenendo un buon secondo posto davanti alla ex francese Vaux De Vincomte, un’altra da attendersi in vigoroso progresso dopo questa promettente ricomparsa.

Tutto da vedere era anche il Quintè per il Premio Greg Pass, un handicap di categoria più che buona per i 3 anni velocisti sui 1.200 metri, che vedeva il successo a sorpresa di Sopran Adda, che risolveva a suo favore il vibrante testa a testa che al primo traguardo si sviluppava contro Via Caracciolo, mentre il bisbetico favorito Sopran Parto chiudeva terzo davanti a Talk To Her e Black Magma che chiudevano i cinque buchi.

I giovani avevano a disposizione anche altri due handicap di discreto livello divisi per distanza; in quello sul miglio per il Premio Mac Mahon, la spuntava Tenet, che confermava i recenti miglioramenti con un solido percorso in coast-to-coast, respingendo i reiterati tentativi del favorito e giocato Sopran Owen. In quello gemello sul doppio chilometro in chiusura di riunione e per il Premio Summer Festival, era Night Of Dreams a fare felice la punta con un finale ottimo nel battere il tenace Damachi.

Nel Premio Dee Dee D’Or, l’handicap per i velocisti puri anziani sulla distanza minima, si registrava il pronto bis di Sioux Sweet, che replicava il colpo di una decina di giorni fa in maniera ancora più autorevole, tanto da permettersi il lusso di rallentare negli ultimi metri, quando Goinga Fast alzava definitivamente bandiera bianca dopo aver attaccato a dovere.

I complimenti finali vanno a Greenvalchiria che ha siglato la prova di apertura, il Premio Scuderia Giocri, riservato alle amazzoni e ai cavalieri sulla distanza del miglio di buon livello anche lei replicando molto bene la vittoria su cui restava, confermando il momento di forma caldissima; alle sue spalle un Di Piu che pare maturo per il colpo.

RED/Agipro

Foto credits Dena - Snaitech

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password