Agipronews

Hai dimenticato la password?

Ultimo aggiornamento il 22/01/2020 alle ore 11:52

Ippica & equitazione

11/01/2020 | 16:11

Ippica, Mipaaf: modifiche al regolamento trotto, premi per gli allevatori

facebook twitter google pinterest
Ippica Mipaaf regolamento trotto

ROMA - Il ministero delle Politiche agricole ha pubblicato alcune modifiche relative all'articolo 19 del Regolamento delle corse al trotto, sulla figura degli allevatori. «E’ allevatore il proprietario della fattrice al momento della nascita del puledro e come tale è riconosciuto ad ogni effetto, purché iscritto all’Albo degli Allevatori», si legge. «Le provvidenze in favore degli allevatori non sono cedibili: esse si intendono a disposizione degli allevatori al netto delle somme eventualmente dovute all’Amministrazione e all’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Trottatore (ANACT). La percentuale destinata agli allevatori è fissata al 20% dell’ammontare del premio delle singole corse E’ altresì previsto un premio aggiunto agli allevatori, stabilito anno per anno dall’Amministrazione, da distribuirsi nella misura del 25% della somma stanziata ai cavalli di due anni, 50% a quelli di tre anni e 25% a quelli quattro anni. Detto premio verrà ripartito proporzionalmente al premio allevatore complessivamente vinto dal singolo cavallo nell’anno di riferimento», si legge ancora. «All’allevatore del trottatore italiano allevato in Italia che termini tra i premiati in una corsa disputata all’estero verrà corrisposta, entro i limiti delle risorse economiche previsti annualmente dal MiPAAF, una provvidenza/premialità pari al 15% della somma vinta al traguardo a condizione che l’allevatore, entro e non oltre il termine perentorio del 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui la corsa si è svolta, faccia pervenire all’Amministrazione specifica domanda corredata dalla documentazione
ufficiale della corsa cui il cavallo ha partecipato e comunque per un importo massimo stabilito annualmente dall’Amministrazione per ciascun cavallo», si legge ancora.
Infine «sulle provvidenze/premialità/ premio aggiunto erogate dall’Amministrazione agli allevatori verrà prelevato il 5% a favore dell’ANACT onde garantire i mezzi necessari per l’assolvimento dei compiti istituzionali e per assicurare all’Amministrazione la collaborazione per quanto attiene lo sviluppo e l’attuazione dei programmi a favore dell’allevamento».
MSC/Agipro

Breaking news

Ti potrebbe interessare...

x

AGIPRONEWS APP
Gratis - su Google Play
Scarica

chiudi Agipronews
Accesso riservato

Per leggere questa notizia occorre essere abbonati.
Per info e costi scrivere a:

amministrazione@agipro.it

Sei già abbonato?
Effettua il login inserendo username e password